Novembre 2019

SANTA MARIA 'VIRGO FIDELIS' PATRONA DEI CARABINIERI

storia

L’11 novembre 1949 Papa Pio XII, accogliendo il voto unanime dei Cappellani Militari dell’Arma e dell’Ordinario Militare per l’Italia, Arcivescovo Carlo Alberto Ferrero di Cavallerleone, promulga un documento pontificio chiamato “Breve Apostolico”. Con quel documento solenne, Santa Maria “Virgo Fidelis” diventa la Patrona dell’Arma dei Carabinieri. Con il titolo di “Virgo Fidelis”,“Vergine Fedele”, si vuole celebrare il significato mistico della vita di Maria e della missione di Madre e di Corredentrice del genere umano affidataLe da Dio. La scelta della Madonna “Virgo Fidelis”, come celeste Patrona dell’Arma, è indubbiamente anche ispirata alla fedeltà, che è propria di ogni militare che serve la Patria e che per i Carabinieri è icasticamente scolpita nel celeberrimo motto araldico “Nei secoli fedele”. 

Nel “Breve Apostolico”, inoltre, viene fissata la data del 21 novembre per la celebrazione. Una data fortemente significativa,che coniuga due eventi simbolici. Il primo di fede, evocando il giorno in cui tutti i cristiani onorano la presentazione al Tempio della Beata Vergine Maria, e il secondo di storia, a ricordo della battaglia di Culqualber, eroico fatto d’armi della II Guerra Mondiale a seguito del quale la Bandiera di Guerra dell’Arma è stata insignita della seconda Medaglia d’Oro al Valor Militare.

Tale giornata, inoltre, è stata dedicata dall’Arma a tutti gli orfani e famigliari dei colleghi deceduti. I Carabinieri, infatti, attraverso l’Opera Nazionale Assistenza Orfani Militari Arma Carabinieri, si occupano dell’assistenza e del sostegno economico ai figli dei loro colleghiscomparsi anzitempo, così testimoniando, con straordinario esempio, vicinanza umana, solidarietà professionale e, soprattutto, profondo“Amore Cristiano”. 

L’immagine della “Virgo Fidelis”,che tutti conosciamo, ci giunge attraverso l’opera dello scultore e architetto Giuliano Leonardi,che nel 1948 volle rappresentare la Vergine in un atteggiamento di intima preghiera e di raccoglimento mentre, alla luce di un’antica lampada ad olio, legge in un libro, evidentemente il Testo Sacro, le parole profetiche dell’Apocalisse “Sii fedele sino alla morte” (Apoc.2,10). L’opera originale è oggi custodita presso la Legione Allievi Carabinieri in Roma.

Questa rappresentazione sacra di Maria viene accompagnata dalla Preghiera del Carabiniere, scritta dall’Arcivescovo Ferrero di Cavallerleone e rivolta alla “Virgo Fidelis”.

Alla celebrazione del 70° anniversario della proclamazione della “Virgo Fidelis” è stato quindi dedicato uno specifico francobollo, inserito in una raccolta che ricomprende tutti quelli emessi per l’Arma dei Carabinieri,dal primo, risalente al 1964, in occasione dei 150 anni dell’Arma, a quelli per la celebrazione del Bicentenario e di altre ricorrenze, sino ai giorni nostri, per un totale di ventidue valori.

 

condividi su: