Dicembre 2019

CALCIO*

REAL RIETI, L’ANGOLO DEL SETTORE GIOVANILE, LUCA ETTARO IL GEOMETRA A SERVIZIO DI MISTER FERRI

calcio a 5

Terzo appuntamento di questa rubrica, a “L’angolo del settore giovanile” viene intervistato Luca Ettaro.

“Ciao Luca, per prima cosa presentati” – “Salve a tutti, io sono Luca Ettaro nato a Rieti il 1 Gennaio 2004. Ho 15 anni, indosso la maglia numero 8 e sono un laterale”.

“Il capitano Boria chiusa la sua intervista mi ha detto di stare attento a te avvertendomi che non sapeva per quanto saresti rimasto serio. Sei il burlone dello spogliatoio?” – “Mi hai spiazzato con questa domanda (ride ndr). Diciamo che cerco di creare, con la mia simpatia, un ambiente piacevole all’interno dello spogliatoio”.

“Parlami di come ti sei avvicinato al mondo Real?” – “Mi sono avvicinato al Real perché dopo cinque anni di calcio a undici volevo cambiare ambiente e cimentarmi in una nuova sfida“.

“Come ti senti a giocare per una società così importante in Italia?” – “Giocare nel Real per me é un onore, per questo motivo in campo dò tutto per la maglia e per la mia squadra, perché rappresentiamo un club di serie A, che ormai da anni prende parte alla massima serie del campionato italiano di calcio a 5″.

“Se dovessi fare un bilancio sulla prima parte di stagione quale sarebbe?” – “In questa prima parte di campionato ci siamo comportati bene sul piano del gioco, grazie al duro lavoro compiuto con lo staff della nostra quadra,sia sul piano tecnico che atletico. Grazie a questo sono arrivate le 5 vittorie consecutive, precedute peró da una sconfitta (contro la Balduina ndr) che ancora non riusciamo a mandare giù. In queste ultime tre partite peró abbiamo affrontato tre avversari alla nostra altezza. Si può dire che siamo stati sfortunati in parecchie situazioni, ma nell’ultima partita contro il circolo canottieri, secondo la mia opinione abbiamo fatto dei passi indietro sottovalutando l’avversario e giocando troppo in modo individuale, e questo non ci ha permesso di portare a casa i 3 punti. Nonostante ciò sono sicuro che usciremo da questa situazione e riprenderemo ad avere una striscia positiva di risultati ripiazzandoci nelle prime posizioni della classifica”.

“Qual è il compagno di squadra con cui hai legato di più? Se ce n’è uno, raccontaci il tuo rapporto con lui”  “Io ho legato con tutti i miei compagni, come é mio solito fare. A me non piace fare gruppi all’interno dello spogliatoio altimenti non risulterebbe unito. Se proprio devo dire un compagno, con cui ho legato di più dico: Michele Boria. Non perché é il nostro capitano, ma perché gioco da quattro anni con lui, e ormai abbiamo molta intensa di gioco conoscendo entrambi le tattiche e i movimenti dell’altro. E quando c’è lui dietro di me a difendere, mi sento tranquillo”.

“Tre cose che miglioreresti del tuo modo di giocare?”  “Sicuramente migliorare la forza fisica, ma vorrei anche allenarmi per sfruttare di più l’uno contro uno e il tiro dalla distanza”.

“I tuoi hobby oltre al Futsal?” – “Sicuramente, come ogni ragazzo dalla mia età, stare con gli amici, divertirmi con loro e giocare a calcio anche al di fuori del Real”.

“Ultima domanda, come al solito chiediamo a chi viene intervistato, il tuo più grande sogno nel cassetto?” – “Ho due sogni nel cassetto, diventare geometra perché prima punto ad avere un lavoro. Come sportivo arrivare a giocare a buoni livelli nel calcio a 5”.

condividi su: