Dicembre 2019

CALCIO*

REAL RIETI, L’ANGOLO DEL SETTORE GIOVANILE, MARCO MATTICARI: GOL E SPIRITO DI SQUADRA

calcio a 5

Quarta intervista de “L’angolo del settore giovanile”, protagonista di questo appuntamento Marco Matticari, vice capitano dell’U19.

“Ciao Marco, presentati” – “Ciao a tutti, sono Marco Matticari vice capitano dell’under 19. Ho 17 anni sono nato il 27 dicembre 2002 a Narni. Il mio ruolo é il pivot ma all’occorrenza anche laterale, ed il mio numero é il 10”.

“Raccontaci la tua storia calcistica, come hai iniziato e quando ti sei approcciato al futsal?” – “Ho iniziato a giocare a Calvi da piccolo per poi passare a giocare a Montebuono dove ho iniziato ad entrare nei meccanismi del futsal. Ho fatto il mio primo campionato con i giovanissimi e poi con gli allievi poi sono passato a Rieti lo scorso anno, dove ho vinto il campionato con l’under 17 ed adesso sono salito di categoria nell’under 19”.

“Il tuo ruolo è il pivot quindi giochi più vicino alla porta, qual è la sensazione che provi dopo ogni gol?” – “Dopo ogni gol provo un’emozione unica. Sono davvero felice e spero sempre che quel goal serva per portare la squadra alla vittoria”.

“Nell’ultima partita prima della pausa, contro il carbognano, avete fatto un secondo tempo magistrale ribaltando lo svantaggio di 2 a 1 del primo tempo. Come vi ha motivato mister Stentella all’intervallo?” – “Sapevamo che in quella partita non potevamo sbagliare e noi ed il mister eravamo consapevoli che se giocavamo come sappiamo potevamo ribaltare la partita è così é stato. Il mister ci ha caricato e ci ha detto di rimanere concentrati e che la partita doveva essere nostra”.

“Com’è essere allenati da lui? E com’è il tuo rapporto con lui?” – “Il mister é una persona fantastica mi trovo molto bene con lui, già dall’inizio avevo capito che era una grande persona e così é stato, infatti lo ringrazio molto per tutto quello che fa per noi”.

“Oltre al futsal, quali sono i tuoi hobby?” – “Beh come ogni ragazzo della mia età la cosa che mi piace di più é stare ed uscire con gli amici“.

“Tre cose che miglioreresti del tuo modo di giocare?” – “Sicuramente il fisico e la corsa, poi migliorerei l’uno contro uno“.

“Qual è il tuo più grande sogno nel cassetto?” – “Beh arrivare ad essere titolare tra i grandi in Serie A, ovviamente con il Real”.

condividi su: