Maggio 2019

TERREMOTO

'RACCORDIAMOCI', OGGI LA GRANDE MARCIA DI PROTESTA DEI TERREMOTATI DELLE 4 REGIONI

ricostruzione

Un vero e proprio  comitato organizzatore prende il nome di questa giornata “1° Giugno”, per ricordare  l'invito  rivolto a tutti i cittadini colpiti dal sisma di prendere parte alla  manifestazione fissata per oggi.  “Raccordiamoci” è la parola chiave. Sarà una sorta di marcia in auto o con ogni altro mezzo motorizzato, camper compresi, che partirà da differenti punti di ritrovo nelle regioni interessate e poi farà convergere le colonne di mezzi verso Roma. I mezzi avranno dei segni distintivi, in modo tale che anche durante il percorso si renda visibile il messaggio. Porteranno i lenzuoli con le scritte, quelli che sono apparsi sulle finestre, sui muri e sulle auto delle zone terremotate.
"Se il 1 Giugno ci lascerete soli,noi perderemmo la speranza.... e voi? Quando lo stato si dimentica di migliaia di persone cosa vi fa pensare che non si dimenticherà di voi.
Qui ci sono anziani ,bambini,donne e uomini che sono liberi professionisti, allevatori, agricoltori, commercianti,
medici, infermieri, ristoratori, albergatori ,impiegati e mille altre categorie.
Purtroppo quando accade qualunque cosa: sia un alluvione, il crollo di un ponte, un terremoto, un licenziamento ingiusto, una mamma in difficoltà, una malattia grave... si resta sempre troppo soli.
Ho provato sulla mia pelle cosa significhi sentirsi soli ed è mostruoso...
Oggi ci siamo noi, prima c'è stato qualcun'altro, domani chi sarà il prossimo?
4 Regioni...perché non 6...8...e poi 15.....
Davvero pensate che le nostre genti, i nostri borghi, la nostra arte, l' artigianato, i nostri prodotti debbano scomparire? - è il disperato appello di uno dei rappresentanti del cratere - Io sono un sognatore e non credo che "la gente" qualunque, comune, lo voglia.
Le mille donazioni lo dimostrano, soldi vostri, nostri.
Finiranno con lo spendere altri miliardi con progetti inutili che tutti noi dovremo pagare senza però aiutarci in concreto. Li spenderanno comunque, finora si parla di 70.000 euro procapite tra prima emergenza, SAE, stalle provvisorie, piste ciclabili e quant' altro...
Vigilare e protestare è un compito che spetta a tutti."

Il ritrovo è fissato alle ore 9 a Maddalena di Muccia, Norcia Porta Ascolana e Grisciano di Accumoli, alle ore 11 la carovana partirà in direzione Grande Raccordo Anulare, destinazione Roma. Sarà una marcia di grosse dimensioni, pacifica, apartitica, verso Roma e su Roma con ogni mezzo e le  lenzuola bianche, apparse anche nei paesi coinvolti,  esprimeranno i pensieri dei manifestanti.

condividi su: