Aprile 2018

NEWS

PREMIATA LA SEKO SPA MIGLIOR IMPRESA PER AFFIDABILITA' E CRESCITA

15 mila i bilanci esaminati nel Lazio e in Campania per attribuire 79 Premi

impresa

Stamani alla Luiss di Roma si è svolta la prima edizione del Premio Industria Felix, promosso dall’Associazione culturale Industria Felix in collaborazione con Cerved. Tra le aziende del Lazio premiate c’è anche la Seko Spa, con la seguente motivazione: Miglior impresa per Affidabilità finanziaria e Crescita Cerved e migliore Grande impresa della provincia di Rieti e miglior impresa per Fatturato/Ricavi, Mol, Utile netto, Liquidità e Numero Addetti della provincia di Rieti”.

E' giunto il messaggio scritto del presidente nazionale di Confindustria Vincenzo Boccia, secondo cui le imprese premiate rappresentano «esempi che ancora una volta sono espressione di un Made in Italy che ha grandi potenzialità e tanta energia, che non si arrende e che rilancia. Sono storie imprenditoriali - ha sottolineato Boccia nel suo messaggio - che meritano di essere raccontate, per trasmettere un messaggio positivo e stimolare una sana competizione verso l’alto, ma anche per promuovere un maggiore riconoscimento di quel ruolo sociale delle imprese che è sempre più necessario, e che ha bisogno di un contesto favorevole in cui svilupparsi, per mettere queste stesse imprese in condizione di creare sempre più benessere, integrazione, crescita, sviluppo e occupazione. Alle Istituzioni e all'opinione pubblica - ha concluso il presidente di Confindustria - va dunque la nostra richiesta di ascoltare, con sempre maggiore attenzione, la voce di queste imprese».

«L’inchiesta svolta da Industria Felix e Cerved ha identificato le eccellenze industriali nel Lazio e in Campania, analizzando più di 15mila bilanci delle PMI e delle grandi società di queste due regioni», commenta l’amministratore delegato di Cerved Marco Nespolo, che aggiunge: «Le realtà premiate sono delle eccellenze emerse in contesti diversi: in Campania registriamo una ripresa sostenuta, mentre il Lazio stenta a riprendersi dalle profonde ferite della crisi, con una presenza di società a rischio tra le più alte della Penisola».

condividi su: