Agosto 2018

NEWS

POLIZIA DI RIETI, ARRESTA PUSHER NIGERIANO

sicurezza

La Squadra Mobile della Questura di Rieti, a conclusione di un’articolata attività di indagine finalizzata al contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti, nell’ambito di una più generale attività di controllo del territorio disposta dal Questore di Rieti Dott. Antonio Mannoni, ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Rieti, dott.ssa Ilaria Auricchio, su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica  dott.ssa Raffaella Gammarota, nei confronti di B.A., pregiudicato nigeriano del 1974, titolare di permesso di soggiorno, responsabile del reato di detenzione e spaccio di sostanze  stupefacenti.

Le indagini sono state avviate alcuni mesi fa a seguito di un controllo eseguito dagli agenti della Squadra Mobile all’interno di un appartamento ospitante alcuni extracomunitari richiedenti asilo,  gestito da una Cooperativa Sociale, tra i quali veniva identificato  B.A. che si trovava  in quell’abitazione senza averne titolo.

In tale circostanza, l’uomo  veniva trovato in possesso di circa 5 grammi di eroina già suddivisi in dosi pronte per essere spacciate e della somma di 285 euro provento dell’illecita attività nonché di materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi di stupefacente. A seguito di tale rinvenimento, veniva avviata un’ attività info- investigativa con l’impiego di metodi tradizionali d’indagine, al fine di verificare la portata della condotta di spaccio ascrivibile allo stesso. Tale attività forniva  conferma alle ipotesi investigative formulate, consentendo di cristallizzare numerosissimi episodi di spaccio, taluni avvenuti anche in prossimità del locale Sert, luogo dedicato al recupero delle tossicodipendenze,  e consentiva agli investigatori della Squadra Mobile  di effettuare la richiesta  di emissione di una Ordinanza di Custodia Cautelare  nei confronti di B.A., poi concessa.

B.A. è stato rintracciato dagli agenti nella centrale piazza Oberdan e trovato  in possesso di alcune dosi di sostanza stupefacente del tipo eroina per un peso di circa 2 grammi  e di una dose di hashish.

La successiva perquisizione effettuata nella camera di una struttura ricettiva cittadina, luogo di attuale dimora dello stesso, consentiva di rinvenire altri  2 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana.  

Al termine degli accertamenti B.A. è stato nuovamente denunciato all’A.G. per il possesso delle sostanze stupefacenti rinvenute nella sua disponibilità e, successivamente, in esecuzione dell’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere, è stato associato  presso la Casa Circondariale “Nuovo Complesso” di Rieti  a disposizione dell’A.G.

L’importante risultato conseguito dagli operatori della Squadra Mobile è  frutto di un’ accurata attività di indagine condotta alla vecchia maniera e ha consentito di interrompere l’attività delittuosa di B.A. , pusher ben inserito nell’illecito mercato locale dello spaccio.

Lo stesso, infatti,  era già stato tratto in arresto dagli stessi investigatori una prima volta nel 2011, mentre  spacciava marijuana nelle vie del centro cittadino. Allora, nella sua abitazione di Scandriglia vennero trovate dosi di marijuana per oltre 25 grammi.

Successivamente, nel 2012, nell’ambito dell’operazione denominata “Ganja”,  B.A. venne nuovamente arrestato in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa a conclusione di una complessa indagine che consentì di stroncare una fiorente attività di spaccio di sostanza stupefacente del tipo marijuana gestita in città  da alcuni cittadini Nigeriani.  

condividi su: