Aprile 2021

PASQUA IN ROSSO

prevenzione, sicurezza

Sono scattate le restrizioni pasquali su tutto il territorio nazionale, per il 3, 4 e 5 aprile il nuovo decreto prevede che l'Italia sia tutta in zona rossa, come a Natale.

Nello specifico non si potrà circolare fatta eccezione per chi si muove per motivi di lavoro, salute e necessità e sarà sempre possibile rientrare alla propria residenza, domicilio o abitazione; è invece consentito una volta al giorno spostarsi verso un'altra abitazione privata abitata della stessa Regione, fino a un massimo di due persone (oltre ai minori di 14 anni conviventi o persona disabile), oltre a quelle già conviventi nell'abitazione di destinazione. 

Solo nella giornata di sabato sono aperte le attività commerciali consentite dal codice Ateco. Domenica e lunedì possono rimanere aperti farmacie, edicole, tabaccai. Bar e ristoranti chiusi all'accesso al pubblico ma aperti per l’asporto: dalle 5 alle 18, senza restrizioni, mentre dalle 18 alle 22 è vietato ai soggetti che svolgono come attività prevalente quella di bar senza cucina, mentre è sempre prevista la consegna a domicilio. È consentita, senza limiti di orario, anche la consumazione di cibi e bevande all’interno degli alberghi e delle altre attività ricettive, per i soli clienti ivi alloggiati.

In ogni regione rimane il coprifuoco già in vigore. Il coprifuoco resterà invariato tra le 22 e le 5, salvo motivi di lavoro, di salute o urgenze, da giustificare con l'autocertificazione.

L’attività motoria all’aperto è consentita solo se è svolta individualmente e in prossimità della propria abitazione. È obbligatorio rispettare la distanza di almeno un metro da ogni altra persona e l''uso della mascherina.

condividi su: