Novembre 2020

NUOVO ATTO VANDALICO AL MONUMENTO IN MEMORIA DI ANITA GARIBALDI

Il Comitato Popolare che ha realizzato il monumento scrive all’Assessore Emili

prevenzione, sicurezza

Per la seconda volta, a distanza di pochi mesi, il monumento ad Anita Garibaldi, posizionato a Rieti – Parco di via Picerli, inaugurato il 24 marzo 2019, ha subito un atto vandalico: la base sulla quale poggia il busto è stata parzialmente verniciata di nero.

In data 9 novembre è stata inviata una lettera - riportata in calce - all'Assessore ai LL.PP. di Rieti, dalla quale risultano i motivi per i quali certi atti vandalici possono ripetersi impunemente nella nostra città, nella speranza che non si abbiano più a verificare. 

Il monumento reatino ad Anita Garibaldi è stato accolto con grande soddisfazione da ogni pare d'Italia, questi fatti rischiano di danneggiare l'immagine della città capoluogo della Sabina.

Lettera del Comitato Popolare per la erezione del monumento ad Anita Garibaldi, inviata all’Assessore ai LL.PP. del Comune di Rieti:

Gent.mo Assessore Emili,

      Le scriviamo a nome del Comitato popolare che ha realizzato il monumento ad Anita Garibaldi inaugurato il 23 marzo 2019 con la partecipazione della pronipote Anita Garibaldi Jallet, della Ambasciatrice dell'Uruguay e di tutte le Autorità cittadine e della Provincia di Rieti. Il comune di Rieti rappresentato dal vice Sindaco Daniele Sinibaldi.

Accettammo di collocare il monumento nel Parco di via Liberato, malgrado avremmo preferito collocarlo in Piazza Marconi dove sono stati collocati monumenti molto meno importanti per la custodia della memoria cittadina, perché eravamo a conoscenza che tutta l'area del Parco di via Picerli era stata affidata ad un privato con convenzione scritta accettata dalle parti e approvata dal consiglio comunale, con obbligo di custodia e sorveglianza di tutto quello che accadeva al proprio interno. 

Grande è stata la nostra delusione quando abbiamo constatato che il privato al quale è stato affidato il Parco si cura soltanto della parte nella quale ha realizzato impianti a fini speculativi e lascia nel più completo abbandono tutto il resto dell'area e che niente fa il comune perché la convenzione sia rispettata.

In particolare, malgrado sia previsto dalla convenzione, il gestore non chiude i cancelli d'ingresso secondo gli orari stabiliti dal comune, non cura le fioriture e l'annaffiatura delle aiuole, la rimozione delle erbe infestanti e del fogliame, non effettua le piccole riparazioni della recinzione, non segnala gli atti vandalici, né i danneggiamenti e le deturpazioni ecc... 

In conseguenza di tale noncuranza il monumento ad Annita Garibaldi, che è anche circondato da una aiuola nella quale è stato impiantato un roseto, all'inizio del 2020 ha subito il primo atto vandalico. Uno sconosciuto ha asportato uno degli orecchini del busto di Anita provocando un primo sfregio al volto dell'eroina risorgimentale.

A seguito di tale atto in data 3 marzo 2020 il consigliere comunale Mezzetti, ex assessore della giunta precedente, ha inoltrato una interrogazione al Sindaco di Rieti lamentando la mancata attuazione della convenzione sopracitata e chiedendo che il comune la faccia rispettare.

Tale interrogazione ad oggi è rimasta senza risposta e tale silenzio lascia trasparire una indifferenza  che non ci aspettavamo dalla stessa amministrazione che ne ha autorizzato la collocazione.

Inoltre proprio in questi giorni abbiamo notato un altro atto vandalico che certamente è da ricondursi alla noncuranza sopra lamentata. Ignoti hanno imbrattato di vernice nera parte del cippo sul quale è stato collocato il busto. 

E' evidente che perdurando il disinteresse del gestore, che ovviamente si sente protetto dal silenzio della amministrazione, e rimanendo il parco non recintato adeguatamente per mancanza di riparazioni, né chiuso con cancelli, i vandali continueranno a frequentare di notte il parco commettendo atti vandalici.

Da una indagine da noi effettuata sembra che la competenza del rispetto della convenzione sia dell'assessorato ai LL.PP. Nel caso ciò non fosse, ci scusiamo di averla disturbata pregandola di sottoporre questa nostra lamentela all'assessore competente ed al signor Sindaco.

Voglia gradire i nostri più cordiali saluti.

Il Membro del Comitato   Il Presidente del Comitato

(Avv. Gianfranco Paris)                                  (Geom. Trento Scanzani)

13_11_20

 

 

condividi su: