Ottobre 2018

REGISTRO DI CLASSE

"NON STAREMO A GUARDARE", PEDAGOGICO IN COGESTIONE DI PROTESTA

scuola

Questa mattina gli studenti dell’Istituto Elena Principessa di Napoli sono stati ricevuti dal Prefetto Reggiani per discutere circa la sistemazioni degli studenti delle 22 aule rimaste scoperte. Al termine dell’incontro abbiamo sentito, in rappresentanza di tutti gli studenti, Alessandro Casadei e Helena Cocco i quali hanno riassunto le soluzioni possibili sulle quali si sta ragionando. Dicomac, alcune aule dei Geometri, una concessionaria, questo è emerso dalla discussione. Qualcosa che non soddisfa le esigenze degli alunni, evidentemente, perché dopo essere stati in Prefettura si sono diretti verso la sede dell’istituto avviando di fatto una coogestione di protesta. Ci dicono che non impediranno a nessuno di usufruire delle lezioni quotidiane (svolte su doppi turni), ma non possono accettare che la situazione pomeridiana perduri fino a gennaio, “significherebbe accantonare la qualità del tempo, di chi coltiva sport a livello agonistico, un esempio su tutti”.

In programma hanno cineforum con proiezioni di pellicole sull’attualità (“Sulla mia pelle”, docufilm sul caso Cucchi) e altre attività culturali.

“Dove vorreste che vi collocassero?” chiediamo, “sappiamo di certo che molte scuole di Rieti hanno spazi maggiori rispetto ai reali iscritti, perché non li?”

Si prevedono ospiti di riguardo, a sorpresa.

condividi su: