Giugno 2020

REGIONE

RIETI E LA SABINA, DI BERARDINO ALLA PRESENTAZIONE DELLA GUIDA DI REPUBBLICA

turismo

 

"Ho espresso particolare apprezzamento per la guida su Rieti e la Sabina redatta da Repubblica e presentata oggi - afferma Claudio Di Berardino, assessore al Lavoro e Politiche per la ricostruzione della Regione Lazio - Il volume descrive e esalta i punti di forza del territorio non raccontando solo la storia, l’arte, le tradizioni e le bellezze naturalistiche, ma interpretando l’identità più profonda a cui concorrono anche le persone che abitano questi luoghi.

Più volte si cita il tema della rinascita. È un tema fondamentale su cui l’amministrazione regionale sta lavorando con grande impegno, a cui si unisce quello dei protagonisti di questo territorio, cioè le persone, le loro capacità, la caparbietà e la voglia di costruire. Da qui dunque un particolare apprezzamento per aver dato spazio anche alle persone, alle interviste e alle loro storie di vita.

Altro aspetto che ho sottolineato nel corso della presentazione è l’indiscussa autorevolezza della guida, redatta sotto la supervisione di Giuseppe Cerasa. Questa autorevolezza è un altro tratto distintivo della guida e che coinvolge ogni aspetto della narrazione: enogastronomia, tradizione, benessere, arte e itinerari, il tutto descritto con grande ricchezza di particolari.

L’obiettivo, per noi, è quello di concorrere - anche con questa guida - alla promozione e alla valorizzazione del territorio. Quello del turismo, sia di prossimità che di lungo raggio, è una delle leve su cui stiamo investendo molto.

La conoscenza delle bellezze e delle potenzialità è uno degli aspetti fondamentali. A questo bisogna abbinare servizi, eventi, infrastrutture. A questo proposito, il lavoro che come Regione Lazio stiamo facendo è veramente importante. Devo dire che è una bella soddisfazione leggere tra le pagine della guida il prodotto di tanti progetti che come Regione abbiamo realizzato o concorso a realizzare.

Oltre al dramma del sisma del 2016 oggi ci troviamo a dover affrontare le ripercussioni della crisi epidemiologica.

Ancora una volta gli ingredienti da mettere in campo sono investimenti, strategia delle aree interne, presenza delle istituzioni, collaborazione di queste tra loro e con la popolazione. Non ultimo tanta determinazione. Come fatto in passato, anche in questa nuova sfida, non lasciamo nessuno da solo". 

19_06_20

condividi su: