Ottobre 2018

NEWS

MNS: "OTTIMA LA CANDIDATURA DI CALISSE, MA SIA UNITARIA E CONDIVISA"

politica

Il Movimento per la Sovranità, si dice soddisfatto per la candidatura del sindaco di Borgorose, Mariano Calisse "ha dimostrato di avere ottime doti di amministratore - affermano in una nota Chicco Costini e il portavoce provinciale Simone Fratini - rappresenta una area geografica della nostra provincia importante e spesso dimenticata. Il Movimento per la Sovranità, nei limiti di un piccolo partito come il nostro, ancora in fase di organizzazione, non farà mancare il supporto  dei suoi consiglieri in questa sfida. Spiace vedere però che la posizione ancora non coinvolge l’intero fronte antagonista alla sinistra, e per questo ci auspichiamo la possibilità di trovare una convergenza tra tutte le forze che rappresentano, nel nostro territorio, un’area elettorale sicuramente maggioritaria, e alternativa ad un centrosinistra, che dati alla mano (vedi la posizione del consigliere Refrigeri sul nucleo industriale) è totalmente prono ai disegni di marginalizzazione portati avanti da Zingaretti. Lascia perplessi il metodo usato da parte di alcune forza dell’ex centrodestra, che sembra tendere più ad imporre le scelte, invece che condividerle. Un metodo sbagliato, e che soprattutto sembra non tener conto del cambiamento di prospettiva elettorale a cui stiamo assistendo, legato all’indubbio aumento di consenso delle forze che si ritrovano intorno alla leadership di Salvini, a fronte di un arretramento sostanziale e cospicuo degli altri partiti del cdx. Ci auguriamo in tal senso che proprio Mariano Calisse, forte della sua esperienza amministrativa, diventi protagonista di un’azione tendente ad amalgamare le differenti sensibilità, marginalizzando personalismi e protagonismi inutili. Il ripetersi di errori come quelli che hanno riguardato APS deve essere assolutamente evitato, perché non è concepibile che un’area politica, fortemente maggioritaria, ceda spazio agli avversari per incapacità della propria classe dirigente a trovare le sintesi necessarie. Parallelamente l’invito che con umiltà facciamo agli amici della Lega, a David Basilicata, a quanti nell’alveo del ex cdx si siano sentiti in qualche modo scavalcati o ignorati, e di far prevalere il senso di responsabilità, nell’interesse primario del territorio. L’esperienza del comune di Rieti, dove proprio l’unità di un fronte ampio e variegato, ha permesso di strappare alla peggior sinistra di tutti i tempi l’amministrazione cittadina, deve essere faro e ispirazione. Noi crediamo che una sintesi possa essere ritrovata, prima che nelle rivendicazioni di bandiera, nella condivisione di un progetto comune di rilancio del nostro territorio. Proprio in questa direzione la prossima settimana Area Rieti ed il MNS organizzeranno un incontro con esponenti del cdx, per iniziare a disegnare insieme un piano comune che abbia come obiettivo la difesa della provincia."

condividi su: