Ottobre 2019

MIA MADRE INSULTATA E AGGREDITA SUL COTRAL NELL'INDIFFERENZA TOTALE

cronaca

Riportiamo quanto ci è stato scritto da una nostra lettrice avvenuto a bordo del Cotral nella giornata odierna. Molte sono le domande e completamente ignorato sarebbe il regolamento

"Oggi, 22 ottobre, sulla corriera Roma - Rieti delle 15.00 mia mamma è stata aggredita da un uomo ubriaco (molto alto, robusto, viaggia sempre con un cagnolino piccolo) - scrive Giustina - Mamma (70 anni) era seduta sul posto riservato ai disabili /anziani (gli ultimi posti dietro nel bipiano), un uomo le si era avvicinato pretendendo  quel posto. Mamma si era dapprima rifiutata  avendo diritto ad essere seduta lì, poi vedendolo  urlare ha preferito assecondarlo ponendosi sulla fila parallela (prima della porta), facendogli comunque notare che era lui a non aver neanche diritto di salire sull'autobus essendo ubriaco. L'uomo ha fatto accomodare il cagnolino sul sedile.
Dopo la partenza, l'uomo non soddisfatto, ha iniziato a  gettarle addosso pezzetti di pizza, chiamandola "stronza", "scema", "cretina" e altro. Poi si è messo a bere anche una birra in bottiglia. Giunti sull'autostrada, ha lui stesso chiamato (sic!!!) carabinieri o polizia lamentandosi dell'offesa ricevuta. A quel punto, intuendo che non si trattava di persona equilibrata, mia madre si è allontanata ulteriormente leggendo un giornale. D'un tratto mentre era ancora al telefono, l'uomo si è improvvisamente alterato gettandole la birra, sui capelli e sul vestito!!!!
Lei si è alzata per farlo presente all'autista, il quale ha commentato dicendo che sarebbe potuto andar peggio, in quanto il soggetto era noto per i suoi  eccessi. Sebbene la polizia (o carabinieri) volessero parlare con l'autista, che avrebbe dovuto attenderli alla stazione di Passo Corese, il fatto che la gente fosse spazientita ha imposto di riprendere il viaggio.
L'uomo è sceso a Rieti lasciando sulla corriera le cartacce e gli avanzi della pizza, e ovviamente la bottiglia.
Nessuno, e ripeto - NESSUNO fra i passeggeri ha difeso in qualche modo una donna 70enne dall'aggressione di un uomo.
Nessuno ha reagito quando le ha versato la birra addosso.
Non pensate, cari passeggeri che poteva essere vostra madre, moglie, figlia?
Che la prossima volta romperà la bottiglia di vetro e ferirà qualcuno, forse una VOSTRA parente?

E il regolamento del Cotral non esiste?
"E' vietato salire in vettura in stato di ubriachezza o in condizioni che offendano la decenza e possano arrecare disturbo ad altri viaggiatori;"
"E' vietato arrecare danni e sporcare vetture e pertinenze aziendali;"
"Cani di piccola e media taglia purché muniti di guinzaglio e museruola a paniere"
"Gli utenti che arrechino danno o disturbo agli altri viaggiatori e al personale di guida potranno essere allontanati dalla vettura a discrezione del personale stesso e senza alcun tipo di risarcimento."

E' normale che un ubriaco beva alcolici in bottiglia di vetro sul Cotral, aggredisca verbalmente e fisicamente una donna anziana? Che fa viaggiare un cane senza museruola? Che lasci la sporcizia sul'autobus?
E' normale che nessuno reagisca a tutto questo?"

Sembra siano in molti a conoscere la persona descritta da Giustina, già nota per comportamenti sopra le righe. Noi rimaniamo a disposizione per chiunque voglia ribattere o aggiungere particolari a tale episodio

condividi su: