Febbraio 2021

MEZZETTI "LA CITTÀ PARTECIPI AL DIBATTITO SU POTENZIALITÀ ECONOMICA DEI NOSTRI CORSI D'ACQUA"

politica
"Secondo la definizione data dal 2º World Water Forum, il Contratto di Fiume permette "di adottare un sistema di regole in cui i criteri di utilità pubblica, rendimento economico, valore sociale, sostenibilità ambientale intervengono in modo paritario nella ricerca di soluzioni efficaci per la riqualificazione di un bacino fluviale" ricorda il capogruppo PD Comune Rieti Alessandro Mezzetti.
"Ritengo che questa città debba partecipare attivamente alla costruzione di un documento da sottoporre ai vari organismi ed enti al fine di poter costruire un rapporto di "empatia" con i nostri fiume Velino e Turano. In questa direzione lavorammo con la seconda giunta Melilli, io mi occupavo di politiche turistiche. Mettemmo a sistema i corsi d'acqua della provincia fino a Piediluco aggiudicandoci tra l'altro, il riconoscimento dall'Europa del progetto Eden, destinazione europee di qualità del turismo acquatico e successivamente vennero finanziati dalla giunta Marrazzo gli argini del velino fino a Chiesa Nuova.
Il nostro obiettivo oggi, oltre a lavorare a vari livelli per rivedere le concessioni e i disciplinari, deve essere quello di stimolare un dibattito sulle potenzialità che i nostri corsi d'acqua possono dare alla nostra economia. In positivo. Non è possibile che ci si ricordi dei fiumi che attraversano la città soltanto quando inondano i nostri campi coltivati della piana e i capi di bestiame delle aziende agricole che a fatica vengono condotte da imprenditori agricoli oggi giustamente arrabbiati. Rieti non può celebrare il suo innato rapporto con le acque soltanto nel palio della Tinozza. Per fare questo occorre visione. Mettiamoci al lavoro per costruire una seria alternativa al qualunquismo".
13_02_21
ph Mi. D'Alessandro
condividi su: