Ottobre 2018

REGISTRO DI CLASSE

METODO MONTESSORI

Dal passato l’attualità

scuola

(di Viviana Stanzione) Il 12 settembre, dopo mesi di lavoro e di collaborazione tra scuola, Comune di Rieti, Fondazione Varrone e Opera Nazionale Montessori, è stata inaugurata a Rieti la prima sezione della scuola dell'infanzia a metodo differenziato Montessori.

Nei bei locali del plesso Don Giussani di Quattro Strade, dove già sono presenti due sezioni della scuola dell’infanzia, è stata allestita una sezione con mobilio e materiale montessoriano. Durante l’inaugurazione, alla presenza della Dirigente dell'istituto comprensivo Marconi-Sacchetti, Mirella Galluzzi, di numerosi genitori, insegnanti, educatori e del Consigliere Comunale con delega alla scuola, Letizia Rosati, la formatrice dell’Opera Nazionale Montessori Susanna Castellett, che da mesi segue l’allestimento degli spazi e la formazione del corpo docente, ha illustrato il materiale, l’ambiente preparato, le attività che verranno svolte.

Il processo di attuazione di questo progetto è stato lungo e impegnativo, ha visto l’approvazione degli organi collegiali, la cooperazione e il dialogo tra le diverse realtà interessate, ma soprattutto la fiducia dei genitori.

L’idea, infatti, nasce dalle richieste di un nutrito gruppo di genitori reatini. La dirigente ha colto questa emergenza: “per dare risposta alle esigenze di alcune famiglie del territorio reatino e ha lo scopo di favorire lo sviluppo qualitativo della metodologia montessoriana”. Ed è bello che l’idea sia nata all’interno dell' istituto comprensivo Marconi dove in passato erano presenti delle sezioni a metodo Montessoriano, ne è testimonianza un’antica targa con su scritto “Casa del bambino" che la Dirigente Galluzzi ha voluto trasferire nella nuova sede di Quattro Strade proprio a testimoniare il “legame con il passato e la storia di un metodo innovato e attuale”.

L’inaugurazione è stata preceduta da un momento formativo aperto alla cittadinanza: il Convegno “L’Attualità del pensiero Montessoriano” organizzato dalla Direzione Marconi Sacchetti che ha visto, tra gli altri, la presenza del Presidente dell’Opera Nazionale Montessori Benedetto Scoppola. Presenti al Convegno l'Assessore alle politiche sociali Giovanna Palomba, il Consigliere Letizia Rosati, il dirigente dell’U.S.P. Giovanni Lorenzini che ha fortemente appoggiato questa iniziativa e il Dott. Lorenzetti intervenuto in rappresentanza della Fondazione Varrone. “Una festa” l’ha definita la prof. Rosati che ha attirato insegnanti di diverse scuole della provincia, educatori, pediatri, studenti e genitori.

Gli insegnati, inoltre, per tutto il mese di settembre sono stati impegnati con corsi di formazione riconosciuti dall’Opera Nazionale Montessori, ai quali hanno aderito oltre 70 insegnanti della provincia. Grande fermento e aspettative intorno a questa realtà educativa e più in generale intorno alla centralità dell’educazione per l’infanzia, troppo spesso sconosciuta o sottovalutata dai non addetti ai lavori.

condividi su: