Giugno 2020

SPORT

L’ATLETICA LEGGERA AI TEMPI DELLA FASE 3: LA RIPRESA

atletica

(di Franco Pica) Come per tutte le attività anche l’atletica leggera ha subito pesanti ripercussioni derivanti dall’infezione da COVID 19. I vari DPCM adottati al fine di contenere il contagio hanno determinato in prima istanza la totale sospensione degli allenamenti e di ogni attività agonistica ed il conseguente stravolgimento del calendario delle competizioni. Per la nostra città una delle testimonianze più eclatanti è stata la chiusura dello Stadio di Atletica Raoul Guidobaldi “il campo scuola” ed il fermo della febbrile e quotidiana presenza delle divise rossoblù della Studentesca Andrea Milardi. Vedere il nostro bellissimo e glorioso impianto deserto e con i cancelli sbarrati per così lungo tempo faceva veramente impressione. Ma non è solo l’aspetto sentimentale ad essere rimasto ferito bensì, anche in maniera più tangibile, anche quello economico in quanto sono venuti a mancare gli introiti delle scuole di atletica ed i contributi per l’organizzazione delle gare. Ovviamente il discorso del blocco totale di ogni attività è riconducibile a livello nazionale. Durante il lockdown sono state delineate diverse strategie per riavviare in un primo momento gli allenamenti e successivamente le competizioni. Con l’inizio della fase 2 è stata consentita la ripresa degli allenamenti, a porte chiuse, per gli atleti di interesse nazionale primo fra tutti, a Rieti, il quattrocentometrista Davide Re allenato da Chiara Milardi. Gradualmente sono ripresi poi anche gli allenamenti degli altri atleti, nel rispetto delle norme del distanziamento sociale, in vista del nuovo calendario delle competizioni ancorchè notevolmente stravolto e decurtato rispetto all’abituale.

Di tutto questo, ed anche di altri argomenti, si è occupato il Consiglio Nazionale Federale della FIDAL, insieme ai presidenti dei Comitati Regionali, per discutere e deliberare sui numerosi e complessi provvedimenti dedicati alla ripartenza dell’attività, al sostegno delle società affiliate e al nuovo calendario della stagione agonistica. In questo contesto è stato il presidente FIDAL Alfio Giomi che ha ufficializzato la nuova sede del Golden Gala Pietro Mennea per il 2020: la tappa romana della Wanda Diamond League, in programma giovedì 17 settembre, si terrà nella suggestiva cornice dello Stadio dei Marmi di Roma. Un edizione, quella del 2020, che in un primo momento sembrava destinata ad emigrare tra Milano, che poi ha rinunciato, e Napoli. Il tutto in relazione ai lavori che avrebbero dovuto interessare lo stadio Olimpico di Roma in vista dei Campionati Europei di Calcio rinviati al 2021. Giomi ha ringraziato la Regione Campania e il Comune di Napoli per il supporto che avrebbe dovuto portare l’edizione di quest’anno al San Paolo di Napoli rinnovato in occasione delle Universiadi 2019.. “L’edizione 2020 del Golden Gala potrà diventare una vera e propria immagine di ripartenza per tutto lo sport italiano” ha detto Giomi. La conferma della sede a Roma ci riguarda da vicino perché tra le gare di contorno c’è il Trofeo delle Province che ha visto sempre impegnati gli atleti della Studentesca, CARIRI prima, e Andrea Milardi ora. Da non dimenticare poi la presenza nel Golden Gala di un qualificato drappello del Gruppo Giudici di Gara di Rieti uno dei migliori a livello nazionale. Come si diceva in apertura c’è da considerare anche il delicato aspetto delle questioni economiche. In proposito Giomi ha dichiarato: “Da subito di immaginare come uscire da questo momento durissimo, e da sempre abbiamo lavorato nell’ottica di essere pronti per ripartire: stiamo facendo di tutto per tenere in piedi l’attività nonostante l’emergenza Covid-19, affrontando un muro di difficoltà. Oggi inauguriamo una nuova fase con un timing chiaro. Portiamo a termine qualcosa di imponente, che mai si era fatto prima, e lo facciamo con un pieno spirito di collaborazione con i Comitati Regionali”.  Per quanto riguarda il piano di interventi in favore delle Società per le quali si è disposto una sorta di doppio binario: definire, da un lato, i criteri di distribuzione per assegnare i fondi già previsti nel bilancio di previsione 2020 (che ammontano a 1.238.000 Euro), e tracciare, dall’altro, la strada su come assegnare le nuove risorse che saranno a disposizione. Risorse frutto sia di economie sul documento di previsione attuale, sia di utilizzo del risultato consolidato dell’esercizio 2019. Nello specifico, per quanto riguarda la quota già stanziata: per il Progetto Qualità e Continuità (oltre 320mila euro) saranno confermate le classifiche 2019, con il 50% dei fondi che verrà distribuito subito; ulteriori 500mila euro saranno ripartiti alle società sulla base dei primi 24 classificati tra gli allievi e gli juniores, i primi 12 tra le promesse, i primi 16 tra gli assoluti, nei rispettivi campionati italiani, e alle prime 36 società classificate ai campionati italiani a squadre. Tra gli altri provvedimenti che concorreranno al monte risorse in favore delle associazioni sportive, va segnalato che rimarrà a disposizione dei Comitati Regionali, per interventi sul territorio, il 50% dell’avanzo di amministrazione 2019, e il 100% di quello del 2020, e la già annunciata estensione a tutto il 2021 della validità dei tesseramenti per le categorie promozionali (Esordienti, Ragazzi, Cadetti) sottoscritti per il 2020. Tanta roba insomma. Ed ora uno sguardo al calendario nazionale che si articola su 6 prove di cui una ci riguarda direttamente. Queste le date e le sedi: 

Campionati Individuali e di Squadra Assoluti (1^ prova) a Padova: 28-29-30 agosto;

Campionati Individuali e di Squadra - Festa dell’Endurance (2^ prova) a Modena: 17-18 o 24-25 ottobre;

Campionati Individuali e di Squadra Allievi a Rieti: 11-12-13 settembre;

Campionati Juniores/Promesse individuali e U23 a Squadre a Grosseto: 18-19-20 settembre;

Campionati individuali e per Regioni Cadetti a Forlì: 3-4 ottobre;

Campionati Individuali Master ad Arezzo: 9-10-11 ottobre;  

I campionati Italiani Campionati Individuali e di Squadra Allievi erano già in programma a Rieti e si sarebbero dovuti svolgere a luglio nella settimana precedente a quella dei Campionati Europei Under 18. Per questi, originariamente previsti dal 16 al 19 luglio 2020, il Consiglio della European Athletics, come ormai noto, ha stabilito il rinvio al 2021 confermando la sede di svolgimento ovvero lo Stadio Raoul Guidobaldi di Rieti. Nei giorni scorsi l’organismo europeo ha ufficializzato la nuova data fissando lo svolgimento della competizione dal 26 al 29 agosto 2021.  

Intento in attesa degli appuntamenti nazionali ed europei è già stato tracciato un percorso di gare di cui sarà teatro il Raoul Guidobaldi e di cui ci parla Alberto Milardi Dirigente dell’Atletica Studentesca e Fiduciario Provinciale FIDAL “L’attività agonistica, dice Milardi, riprenderà sabato 4 luglio con il Trofeo Città di Rieti. Novantacinque giorni dopo l'ultimo appuntamento regionale lo stadio Guidobaldi tornerà ad essere teatro di un appuntamento interregionale. La gara, riservata alle categorie allievi/juniores/promesse e seniores è organizzata dalla Studentesca Milardi e farà da contorno alla seconda edizione della Fastweb CUP. Qui vedremo in azione il velocista Filippo Tortu che ha scelto la pista del Guidobaldi per il suo esordio stagionale. Testerà qui il suo stato di forma provando a portare di nuovo l’attacco al primato italiano dei 100 metri piani. Nella prima edizione della Fastweb Cup, svoltasi lo scorso anno qui a Rieti, fece registrare il tempo di 9”,97  non omologabile però come nuovo primato in quanto il vento superava i 2 m/sec (2,4 quello registrato).  All’esordio stagionale anche il quattrocentometrista Davide Re allenato da Chiara Milardi. Un bel programma!!  Per quanto riguarda luglio, prosegue Milardi, sono in calendario altri due appuntamenti. Sabato 11 saranno coinvolte anche le categorie giovanili, mentre giovedì 23 la manifestazione sportiva farà da contorno alla celebrazione dei 60 anni del Campo scuola. Il 23 luglio del 1960, ci ricorda Alberto, infatti alla presenza del Vice Presidente delle Olimpiadi di Roma Bruno Zauli fu inaugurato il Campo scuola, il luogo dove sono cresciute migliaia di giovani e dove hanno corso campioni che hanno fatto la storia dello sport.” Per opportuna e doverosa memoria si ricorda che l’impianto fu intitolato a Raoul Guidobaldi, altro mitico personaggio dell’atletica leggera reatina, nel 1995 pochi giorni dopo la sua scomparsa. Il Dirigente sportivo accenna anche agli aspetti economici su cui ci siamo già soffermati “La FIDAL Regionale verrà incontro alle società prorogando al 2021 i tesseramenti del settore giovanile. Interventi a favore delle società anche dalla Fidal nazionale che erogherà i contributi in base alle classifiche del 2019”. Ma come sarà l’atletica nel futuro prossimo venturo, almeno fino a quando non si riterranno opportune e necessarie le misure anticovid 19? Come sarà possibile assicurare lo svolgimento delle gare assicurando il rispetto del distanziamento sociale? Sarà più facile gestire le corse o i concorsi (salto in lungo, lanci ecc)? Ci sono proposte ad esempio per gli 800 metri dove normalmente si parte in corsia, dalla linea dei 400 metri, e raggiunta la tangente della prima curva ci si posiziona tutti in corsia n.1. La proposta della FIDAL in merito al nuovo format di gara ideati nel pieno rispetto delle normative sul distanziamento dettate dalle Autorità per fronteggiare l’emergenza Covid-19, e che ha ricevuto ricevuto il via libera della World Athletics (nuova denominazione della IAAF) prevede di compiere il doppio giro in corsia oppure scaglionare le partenze, di solito numerose su questa distanza, con cadenza di 8 secondi.  A dare il via libera è la World Athletics, il massimo organo mondiale dell’atletica leggera, nella lettera con cui ha risposto alle proposte della FIDAL in merito ai possibili nuovi format di gara. Tutti esperimenti che sono stati considerati validi e adeguati per tornare a gareggiare dopo il prolungato stop all’attività agonistica: nella nota firmata dal responsabile delle competizioni e degli eventi di World Athletics, Jakob Larsen, si spiega inoltre che i risultati di tali competizioni sono omologabili ai fini delle graduatorie internazionali, ricordando che il Ranking è comunque sospeso fino al 1° dicembre. Novità anche per l’omologazione delle gare “virtuali” di lanci, con più pedane collegate in contemporanea: i risultati saranno validi qualora siano rispettate alcune condizioni specifiche, come la presenza di un arbitro centrale che monitora l’intera gara, due giudici per ogni campo e la copertura video della pedana.   

Facciamo in modo insieme che le  date prospettate e gli impegni assunti possano essere rispettati. Molto dipende dal comportamento responsabile di tutti. Non sottovalutiamo il rischio di una recrudescenza dell’infezione da COVID 19 che potrebbe comportare nuove chiusure e nuove sofferenze. Non è certo questo lo spazio per dirimere la giustezza o la fondatezza delle tesi sostenute dagli scienziati, a volte in contrapposizione tra loro, sul proseguimento della emergenzialità o su un ottimistico e più disinvolto approccio alle nostre attività quotidiane, compresa l’atletica leggera. Ne chi scrive possiede alcuna autorità o adeguate conoscenze in merito. Come appassionati di sport e come cittadini cerchiamo di non ipotecare il nostro futuro.

 

condividi su: