Agosto 2018

EVENTI E MANIFESTAZIONI

LIBERI SULLA CARTA, UNA PARTITA TUTTA DA GIOCARE PER RIETI

Oggi la presentazione in Sala consiliare

eventi

Questa mattina presso la Sala consiliare del Comune di Rieti si è tenuta la conferenza stampa di presentazione di “Liberi sulla Carta” fiera dell’editoria indipendente che fa il suo esordio nella nostra città. La decima edizione di Liberi sulla Carta sarà realizzata grazie al sostegno e alla collaborazione dell’Associazione Lab.3.0, del Comune di Rieti e della Fondazione Varrone: resta immutato l’impegno degli organizzatori per garantire anche quest’anno uno spazio di cultura indipendente, libera e accessibile.

“Con una grande collaborazione di territorio siamo riusciti a portare in città Liberi sulla Carta, grazie anche ad Emiliana Avetti di Laboratorio 3.0 e dell’assessore Formichetti – ha esordito l'assessore e vice sindaco Daniele Sinibaldi - È con proposte come questa che noi possiamo continuare a rilanciare questa città, rendendola sempre più competitiva e attrattiva. Speriamo di utilizzare sempre più il polo di Santa Lucia e di allargare la manifestazione all’intera area del centro, costruendo un’offerta più ampia e di livello.”

 “Non è stata la bellezza della sede (Polo Culturale di S. Lucia), non ha contato la dimensione della Città a convincerci a lasciare Farfa  – ha spiegato il direttore storico Fabrizio Moscato – ma l’atteggiamento che abbiamo registrato qui. Abbiamo trovato un sistema città accogliente e pronto a sostenere la crescita della Fiera. È questo, fra i tanti elementi, ad aver fatto la differenza: la creazione di una rete, dimostrando di volere fortemente questa manifestazione. E’ come se Rieti capisse che questa partita fosse tutta da giocare e volesse vincerla. Entrambi auspichiamo possa diventare un appuntamento importante a livello nazionale in una città che ha fame di bellezza e cultura. Filo conduttore di quest’anno sarà il coraggio, lo stesso di cui è figlia LsC, un coraggio contagioso che ha coinvolto editori, scrittori, artisti, amministratori, lettori. Sarà un evento H24, prenderà il via alle ore 16,30 di venerdì 14 settembre e si concluderà domenica 16 settembre a tarda notte. Decine i libri, gli ospiti presenti - Tirabassi, Lo Cascio, Angeli, De Rienzo, Morante, ma anche il finalista al Premio strega Carlo D’Amicis e tantissimi altri - molti gli editori che non abbiamo potuto ospitare.”

Precedentemente il prof. Gianfranco Formichetti, assessore alla Cultura del Comune di Rieti, aveva fatto riferimento ad un modello di ispirazione “Abbiamo detto che l'edizione di quest'anno di #LiberisullaCarta a Rieti per noi è 'un'edizione zero': è piuttosto l'inizio di un percorso. Permettetemi di osare: quello che vogliamo costruire qui, il nostro modello, è il Festivaletteratura di Mantova, coinvolgendo quindi completamente la città." Con un pizzico di orgoglio ha fatto riferimento all’esperienza antesignana del ’97: la realizzazione per due anni di un Festival della piccola Editoria, non avendo più spazi in quelli che poi sarebbero diventati la biblioteca e il museo civico, si spostò a Roma, dove oggi è diventata la Fiera nazionale della piccola e media editoria che ogni anno si svolge all’Eur.

Prima uscita ufficiale per il Presidente della Fondazione Varrone Antonio D’Onofrio, anticipando in questa occasione l’incontro con il territorio nella prima decade di ottobre per presentare le priorità e le principali iniziative dei prossimi anni. “ Il nostro fine non è la mera erogazione ma essere un mezzo utile per procedere per obiettivi. Questi sono i progetti che personalmente amo perché danno un contributo di conoscenza in un mondo in cui si rischia che le piccole voci spariscano. Non  esiste una verità universale, occorre ascoltare tutte le voci, anche contrarie, per essere in grado di capire: è indispensabile che restino in piedi per continuare a dare una possibilità di scelta e garantire la democrazia". 

La responsabile di Laboratorio 3.0 Emiliana Avetti ha ribadito la collaborazione piena e totale ad una manifestazione in cui, viste le difficoltà economiche e burocratiche, è determinante il concetto di ‘passione’ “Strategica è la location di questa edizione, luogo deputato alla cultura. Importante formare il senso critico con dei laboratori per i più piccoli fino a  ‘N’ anni.”

Nel corso della conferenza i ringraziamenti al Presidente di Federalberghi Michele Casadei che, insieme al vice sindaco Sinibaldi, ha ottimizzato la sistemazione di editori, ospiti, artisti e partecipanti al laboratorio di scrittura creativa.

 

 

condividi su: