Settembre 2021

L'EX PRESIDENTE DI FEDERLAZIO RIETI RICCARDO BIANCHI ARRESTATO PER INQUINAMENTO AMBIENTALE

cronaca

L’ex presidente di Federlazio Rieti Riccardo Bianchi, attualmente presidente del consiglio di amministrazione e amministratore delegato della società A e A' spa, si trova da ieri ai domiciliari dopo essere rimasto coinvolto, insieme ad altre 4 persone, nell’operazione del Nucleo Investigativo di Polizia ambientale agroalimentare e forestale del Gruppo carabinieri forestale di Frosinone per il reato di inquinamento ambientale

I fatti contestati risalgono tra il 2020 e il 2021 e riguardano la società che gestisce il depuratore consortile, che convoglia i reflui di alcune aziende e comuni del cassinate  ("lo scarico nel fiume Rio Pioppeto di reflui non correttamente depurati con concentrazioni altissime e oltre i limiti consentiti di Cod, Bod5, solidi sospesi, alluminio, solfuri, solfati e fosforo totale, assumendo con i loro ruoli l’obbligo giuridico di impedire l’evento, omettendo deliberatamente e reiteratamente di adottare le necessarie cautele e gli opportuni provvedimenti"). Il presidente Bianchi, secondo l'ordinanza, invece di allarmarsi e pretendere che l'azienda rispettasse i limiti puntava ad un accordo sui maggiori introiti derivanti dalle violazioni di detti limiti.

24_09_21

condividi su: