Maggio 2019

LE TELECAMERE DEL TGr LAZIO PUNTANO I RIFLETTORI SUL DE LELLIS

ospedale

Si parla di Ospedale. O almeno a parlarne sono i soliti noti, le associazioni che compongono il Coordinamento alla Salute e alle Politiche Sociali.

Quest'oggi sono state le telecamere del Tg Regionale Lazio, in onda sulla terza rete della Rai, ad accendere i riflettori sulla questione quanto mai scottante come in questo periodo, in questa città, dell'ospedale San Camillo de Lellis.

A margine del servizio a cura della giornalista Gemma Giovannelli, le riflessioni su come il Coordinamento sia ancora fermo ad attendere la relazione da parte di Sindaco e Direttore della Asl, come da accordi presi in sede di audizione in Commissione regionale, dove si era convenuto di predisporre alcuni atti formali istituzionali relativi alle “Motivazioni assistenziali ed organizzative del Direttore Generale ASL Rieti a sostegno degli assetti organizzativi adottati in difformità alle vigenti programmazioni Regionali”; nonché della conseguente approvazione di tali Motivazioni da parte dell'Assemblea dei Sindaci della ASL Rieti. Atti propedeutici all'applicazione dell'art.17 bis della L. n. 45/2017 da parte della Regione Lazio e necessari alla valutazione della specifica Commissione del Ministero della Salute per le aree a rischio sismico.

Poco si è mosso da allora, da parte delle stanze di chi può e deve lavorare in favore della produzione di tali documenti, se non le dichiarazioni da parte di Gruppi consiliari avvenute troppo a ridosso delle elezioni del 26 Maggio per essere credute completamente disinteressante. E così resta il moto perpetuo di Alcli, Amar, Anmic, Assoc. Partecip-Azione, Avis Rieti, Cittadinanzattiva Tdm Rieti, Rieticuore che non si arrendono, anche di fronte a rinvii (per l'audizione regionale parecchi) e cincischiamenti.

Piccolissimi segnali arrivano dal presidente del Consiglio Comunale, Giuliano Sanesi, che dichiara al Messaggero di aver inviato a Zingaretti e D'Amato, rispettivamente Presidente e Assessore alla Sanità della Regione Lazio, una lettera: “Per comunicare loro di voler essere partecipi al prossimo consiglio comunale, dove si approfondirà lo stato di salute della sanità del nostro territorio, e di farci sapere nel più breve tempo possibile la data della loro disponibilità”.

Tic toc, il tempo passa. In fretta.

condividi su: