Gennaio 2021

LIBRI

“CRIMINI D’AUTORE” È IL LIBRO D’ESORDIO DI FRANCESCO INCHES

cultura, libri

Qual è il nesso che accomuna il creativo mondo artistico con il folle disegno criminale di uno psicopatico killer seriale? La risposta a questa originale domanda è tutta da ricercare nel romanzo “Crimini d’Autore” (WritersEditor), prima fatica letteraria del reatino Francesco Inches in uscita in libreria proprio in questi giorni. L’autore, insegnante presso l’IIS “Elena Principessa di Napoli”, ha sapientemente coniugato la sua passione per il genere giallo e quella per l’arte dando vita ad un racconto avvincente ed intrigante che ha il merito di appassionare e di coinvolgere il lettore pagina dopo pagina. “Crimini d’Autore” è un romanzo ben costruito e intriso di vita quotidiana con personaggi vivi e autentici che rappresentano mirabilmente la complessità del genere umano con tutti i suoi vizi e le sue infinite virtù. La storia prende avvio alla vigilia dell’inaugurazione di una mostra d’arte contemporanea, quando la tranquillità di una sonnacchiosa città di provincia viene drammaticamente scossa da un’inquietante scia di sangue. Una serie di delitti si succedono in rapida sequenza secondo un particolare e macabro rituale che vede le vittime rievocare tragicamente, nelle loro pose e nel loro abbigliamento, alcuni grandi capolavori pittorici dell’età moderna in un vero e proprio “omaggio” al mondo dell’arte. L’arduo compito di risolvere questa sconvolgente indagine, che all’apparenza sembra non seguire nessuna efferata logica, grava tutto sulle robuste spalle del brillante Maggiore Bruni Tedeschi, il classico uomo d’altri tempi completamente devoto all’Arma dei Carabinieri e all’amata Marta. La sua ossessione per la puntualità e per l’attenzione maniacale ai minimi dettagli lo porteranno a cimentarsi nella ricerca della soluzione di un intrigato rebus in cui l’unica regola da seguire è quella fondata sull’ipotetico paradosso “se il crimine è arte, l’arte merita di essere criminale”. <Ho cercato di costruire una storia credibile e al tempo stesso coinvolgente – spiega l’autore – con l’intento di combinare in maniera piuttosto originale due mondi agli antipodi come quello artistico e quello criminale. Mi auguro di aver centrato il mio obiettivo perché il lettore non si troverà di sicuro a sfogliare un romanzo giallo nella sua classica accezione del genere. Ci tengo infine a ringraziare la WritersEditor e in particolare il mio editore Cristian Segnalini per aver creduto ad occhi chiusi in questo progetto letterario trasformando in una carta un piccolo personale sogno>. Il libro è acquistabile presso le principali librerie nazionali e online sul sito ufficiale della WritersEditor (www.shopwriterseditor.it).

10_01_21

 

 

condividi su: