Novembre 2019

PERSONE & PERSONAGGI

L'ADDIO A DON LINO IN UNA GIORNATA DI LETIZIA PER LA CHIESA

storie

(di Ileana Tozzi) Mentre la Chiesa reatina era in festa, i riflettori puntati su Greccio per la visita inattesa ed esaltante del Papa, con la discrezione che l’ha contraddistinto durante tutta la vita spesa al servizio degli ultimi ha compiuto la sua vita terrena don Lino Marcelli, decano dei Canonici della Cattedrale.

Apprezzato professore nei Licei reatini, colto redattore di Frontiera per lunghi anni don Lino ha prestato il suo infaticabile servizio presso la parrocchia di Regina Pacis, dopo la rinuncia per limiti di età di monsignor Vincenzo Santori. Fu un dispiacere per i parrocchiani dover fare a meno della sua presenza, quando fu destinato al più prestigioso incarico di parroco della Cattedrale di Santa Maria Madre di Dio.

Appassionato cultore d’arte sacra, promosse l’istituzione del gruppo Amici del Museo Diocesano quando ancora la cappella di San Giovanni in Fonte ospitava il Tesoro del Duomo allestito da Luisa Mortari nel 1974.

Ma il tratto più marcato della personalità di don Lino Marcelli è stato l’umile tolleranza nei confronti del prossimo, quali che ne fossero le mende e le colpe, l’infinita pazienza, la capacità di ascoltare e lenire con una parola buona, e mai banale, i dolori di cui veniva a conoscenza, fuori e dentro il confessionale.

Confidando nel Buon Pastore che oggi lo accoglie e lo reca sulle proprie spalle fino alla casa del Padre, salutiamo con riconoscenza ed affetto il nostro caro don Lino Marcelli.

condividi su: