Marzo 2019

EVENTI E MANIFESTAZIONI

'LA SALETTA DEI RICORDI', IL VALORE DELLA MEMORIA E DELLA BELLEZZA

cultura, storia

Da un accordo sancito tra il comune di Cantalice e l'Associazione "La Saletta dei Ricordi" è cresciuto uno splendido progetto culturale: la collocazione definitiva della mostra permanente fondata dal Dott. Antonio Tavani dedicata alle vittime dell'incidente aereo del 13 febbraio 1955, durante il quale morirono 29 persone tra cui la promessa del cinema italiano, la Miss Italia del 1953, Marcella Mariani, la suora laica missionaria Yvonne Poncelete. Il tragico evento è rimasto scolpito nell'immaginario collettivo di Cantalice, Terminillo e di un intero Paese. “La saletta dei ricordi”, questo il titolo dell’installazione permanente, è stata illustrata questa mattina alla presenza del Sindaco di Cantalice Silvia Boccini, dell'Assessore alla cultura del Comune di Rieti Prof. Gianfranco Formichetti, della Dirigente scolastica Professoressa Stefania Santarelli, e dell’Avv. Simone Petrangeli e del Delegato Provinciale CONI Luciano Pistolesi.

Uno dei molti tasselli posti dalla sinergie dell'associazione e del comune di Cantalice che ha scelto di concedere in comodato d'uso gratuito l’eremo di San Gregorio, oggi particolarmente monitorato dagli storici per il recente ritrovamento di alcuni resti del Sarcofago appartenente all'Imperatore Caio, motivo di orgoglio e vanto della comunità.

Mostrate quindi, le stanze dove il materiale museale sarà spostato dalla sede provvisoria del Terminillo fino alla nuova, di assoluto prestigio storico.

Un’unione che sconfina oltre il territorio nostrano fino a raggiungere il Belgio, che negli anni precedenti vide coinvolto proprio l’ambasciatore Vincent Mertens de Wilmars, passando per Torino, stretta alla comunità da due anni in un saldo gemellaggio frutto della medesima luttuosa vicenda. Infatti, presenti in video conferenza i dirigenti del Museo del Grande Torino, lo storico cronista Tito Stagno e il testimonial del Museo Moreno Longo.

Racconti e storie, come quella di un uomo del posto, ora anziano, che, lasciandosi trasportare dal flusso dei ricordi, ha raccontato di come stesse per perdere la vita egli stesso al fine di estrarre dalla carcassa dell’aereo precipitato, il corpo della bella Miss destinata ad un grande futuro, drammaticamente spezzato. Era volata in Belgio per rappresentare la bellezza e l’Italia motivo per cui la nazione visse, questa, come una tragedia di famiglia.

Il valore della memoria, oggi, è stato il grande protagonista.

Ad allietare la giornata la madrina d’eccezione, Iuliana Ierugan, lanciata da Gerry Scotti e ora presentatrice di svariati programmi legati all’enogastronomia, cui spetterà l’onere e l’onore di rappresentare la bellezza del territorio che stamane l’ha ospitata, sorpresa e lieta di esserne l'ambasciatrice. 

Ci fa enormemente piacere che il progetto abbia trovato permanente collocazione, avendo, la redazione di Format, seguito quest'ultimo dalla fase embrionale credendo fortemente al forte valore della conservazione della memoria storica di questa terra.

condividi su: