Febbraio 2021

REGIONE

LA REGIONE DICHIARA LO STATO DI CALAMITÀ PER GLI ALLAGAMENTI DELLA PIANA

acqua, maltempo, protezione civile

Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha firmato la dichiarazione dello “stato di calamità naturale” nei territori dei Comuni di Rocca Sinibalda, Belmonte in Sabina, Longone Sabino, Rieti, Contigliano, Greccio, Rivodutri, Colli sul Velino, Cittaducale, Cantalice, Poggio Bustone, Concerviano, Petrella Salto, a seguito delle progressive ed estese esondazioni dei fiumi Turano e Velino e, puntualmente, del fiume Salto, verificatasi a partire dal giorno 25 gennaio 2021, e fino alla data del 16 febbraio 2021. Per il consigliere regionale Fabio  Refrigeri è solo un punto di partenza "E' necessario infatti cercare di aiutare immediatamente le famiglie, le imprese e gli enti che hanno subito danni a seguito degli eventi eccezionali di natura metereologica verificatisi nella piana del Reatino che hanno causato la piena dei fiumi Salto, Turano e Velino ma è altrettanto necessario avviare un confronto serrato per porre in essere strumenti di prevenzione.

Nello specifico sarà necessario incontrare i gestori dei bacini idrici che insistono sul nostro territorio per rivedere i disciplinari di gestione delle dighe ma ritengo fondamentale e non rinviabile iniziare a discutere di interventi e azioni che anche a livello locale possono essere messe in campo per fronteggiare al meglio le emergenze che i cambiamenti climatici stanno causando e che purtroppo sempre più spesso incidono, negativamente, sulle nostre vite."
25_02_21
ph M. D'Alessandro
condividi su: