Gennaio 2019

SPORT

LA PROCURA FEDERALE APRE INDAGINI SULLE DICHIARAZIONI DI MARTINI

basket

È accaduto che qualche giorno fa il DS della Zeus Energy Group Gianluca Martini, rilasciasse un comunicato intriso di amarezza per la sorte capitata ad i suoi ragazzi nella sfida con l'Agrigento.
Ingenerosa la terna arbitraria che li ha accolti in terra di trinacria, tanto da affermare: "Devo, purtroppo, sottolineare l'arbitraggio assolutamente inadeguato della terna, con il Sig. Ferretti in particolare, completamente fuori dalla partita e mi dispiace molto perchè è un ragazzo giovane che è andato nel pallone. Spero possa imparare per il proprio futuro. Purtroppo però chi sbaglia deve pagare, come succede per le società e i giocatori, anche gli arbitri devono riconoscere i propri errori con umiltà, e pagare per tali sbagli.
Ci siamo stancati di subire le conseguenze di azioni altrui e stare in silenzio - Martini continua - Veniamo continuamente multati e non possiamo dire nulla perchè nessuno ci ascolta ma così il sistema non va avanti, perchè senza la volontà di recepire le problematiche dei club non c’è miglioramento. Tutto da capire perchè poi il PalaSojourner è sempre e comunque soggetto a multe quando su altri campi evidentemente si sta come al teatro e si fanno solo complimenti ed auguri agli arbitri. Prendiamo atto dell'ennesima beffa ai danni della nostra società e dei nostri dirigenti inibiti così come del livello dei fischietti che vanno in campo e il cui operato si commenta da solo attraverso le immagini che stanno circolando in rete".


Le dichiarazioni non sono passate inosservate e ieri la FIP, Federazione Italiana Pallacanestro, ha diramato "La Procura Federale ha aperto un'indagine in merito alle dichiarazioni, pubblicate su diversi media, di Gianluca Martini (direttore sportivo della Zeus Energy Group Rieti) dopo la gara di serie A2 M Rinnovabili Agrigento - Zeus Energy Group Rieti del 30 dicembre scorso".

Alla luce di questa indagine a quali conseguenze andrà incontro Martini? Già registrato l'allontanamento fino al 9 gennaio di Patrizio De Santis e Roberto Feliciangeli, c'è da scongiurare il rischio di un'ulteriore inibizione.

condividi su: