Ottobre 2018

EVENTI E MANIFESTAZIONI

LA GRANDE GUERRA, IL RACCONTO TRA DIARI, LIBRI E UNA MOSTRA SINGOLARE

Il Simbas per il centenario della fine del I° conflitto mondiale

libri

Sotto l’impulso del Comune di Rieti, che vanta due strutture culturali di lunga tradizione come la Biblioteca Paroniana ed il Museo Civico, raccogliendo anche le sollecitazioni di altri Comuni, tra i primi Contigliano con la sua Biblioteca, e della stessa Regione Lazio, proprio nell’autunno 2016 si è istituito il SIMBAS, il Sistema territoriale Integrato dei Musei e delle Biblioteche dell’Alta Sabina.

La missione del SIMBAS consiste nella compiuta e integrata interpretazione del territorio, fondata sullo studio, la conoscenza, il concorso alla tutela, la documentazione, la valorizzazione e la divulgazione del patrimonio culturale da questo espresso, attraverso il coinvolgimento e il coordinamento delle strutture museali, delle biblioteche e degli istituti culturali rappresentativi del territorio, al fine di concorrere a una più generale riflessione sulla qualità della vita, nella consapevolezza della continuità e della complessità geografica, antropologica, storica ed ecologica della Comunità, per costruire un futuro sostenibile.

Le attività del Simbas si svolgeranno quest’anno per l’intero mese di ottobre e novembre per concludersi all’inizio di dicembre. Il Tema è quasi d’obbligo vista la ricorrenza del Centenario della fine del I° conflitto mondiale, reinterpretato con le strutture provinciali ed i vari relatori che hanno offerto collaborazione mantenendo uno sguardo sul territorio con metodologie diverse per incontrare gusti ed età diverse di pubblico.

 “Il progetto non è stato finanziato dalla Regione Lazio - commenta la direttrice dell’ente capofila Monica De Simone  - quindi con le uniche risorse delle quote associative ed il sostegno operativo dei tanti che credono ancora nel fare cultura, il SIMBAS sta autoproducendo una serie di iniziative coordinate.  Un’occasione per scoprire insieme, attraverso conferenze, presentazione di libri, film, spettacoli, un passato per alcuni versi così distante e per altri ancora vivo nel ricordo delle nostre famiglie, con nonni, prozii e bisnonni di cui si raccontano le sofferenze e si conservano foto, lettere e diari (per il programma si veda www.simbas.it).

Dopo il rinvio dell’appuntamento odierno con le cartoline di guerra (appuntamento spostato al 9 dicembre) si inizia ufficialmente domani 12 ottobre alle ore 17 presso la sala polifunzionale del Polo culturale di Santa Lucia a Rieti con la presentazione del volume ‘Il Lazio e la Grande Guerra’ opera realizzata dalla Regione Lazio a cura di Massimo Vittucci e Paola Guerrini con una significativa sezione dedicata al Reatino con monografie di esperti dedicati ai vari luoghi della provincia e con diari di guerra si soldati reatini. A seguire il Coro CAI proporrà un assaggio di quello che sarà lo spettacolo previsto al Teatro Flavio Vespasiano il 10 novembre con ingresso gratuito. Al termine verrà inaugurata una Mostra veramente particolare, una  singolare esposizione di miniature da collezione dal titolo Piccoli eroi in grigio verde, curata da Massimo Vittucci, che aiuterà a far avvicinare anche i più piccoli. Nelle teche soldatini in piombo storicizzati, con alcuni giocattoli d’epoca, provenienti anche da collezioni private messe a disposizione da diverse associazioni di modellisti, compresa la collaborazione degli Ufficiali tecnici dell’Esercito Italiano che ha fornito dei pannelli ad arricchire la mostra realizzata all’interno del Museo Archeologico di Rieti. Nei giorni futuri la Mostra sarà visitabile al solito costo del biglietto d’ingresso al Museo, ovvero 3 euro.

Ricco ed interessante l’intero programma di cui vi daremo notizia a ridosso delle date prestabilite.

condividi su: