Dicembre 2018

SPORT

IL RIETI VINCE SULLA PAGANESE E DEDICA LA VITTORIA A STEFANO, IL VIGILE DEL FUOCO SCOMPARSO

calcio

Dopo quattro sconfitte il Rieti batte la Paganese per 4 a 1 e dedica la vittoria a Stefano Colasanti, tifoso e sportivo. : “Questa vittoria è dedicata al Vigile del Fuoco scomparso l’altro giorno - ha detto mister Cheu al termine dell'incontro - Abbiamo iniziato male e nei primi 10 minuti eravamo disposti male, dopo il gol subito però abbiamo reagito molto bene. Questa è la nostra squadra, ma la differenza è che oggi abbiamo fatto gol mentre in altre partite creiamo e non realizziamo. Siamo stati concentrati e nonostante le difficoltà del manto erboso abbiamo giocato bene. Io penso che molte volte ci mancano i dettagli, ma la squadra conosce le proprie responsabilità e lavoriamo tutti i giorni per crescere. Manca ancora qualcosa , ma dobbiamo continuare a migliorare. Oggi tutti bene i ragazzi, nella prima frazione ottima fase offensiva con Gondo, Maistro e Vasileiou. Ora dobbiamo allenarci e recuperare le forze per le due partite ravvicinate con Rende e Bisceglie, dobbiamo iniziare già da questa notte a lavorarci. Piedi a terra e lavoro, anche se domani sarà più facile perché dopo le vittorie si lavora con il sorriso. Questa vittoria dimostra che stiamo migliorando sotto il profilo del gioco, dimostra che ragazzi prima fuori dalla lista convocati ora sono tra i titolari, dimostra che è la vittoria dei ragazzi e dell’allenatore che resta comunque il peggiore della Serie C a detta di molti. Oggi anche la fortuna ha girato dalla nostra parte, ma credo che questa squadra meriti anche un pochino di fortuna. Bisognava tornare a vincere in casa, se potessi tornare indietro rigiocherei contro il Siracusa perché è una gara che “Non era una partita facile per la classifica - commenta Giuseppe Palma - Ottima reazione da parte di tutti dopo il gol subito perché bisognava portare per forza i tre punti a casa. Una gara quella di oggi molto delicata dopo quello che era accaduto a Reggio Calabria e avevamo l’obbligo di vincere, siamo stati compatti e siamo stati uniti lottando fino al 90esimo. Con Diarra e Konate che corrono come pazzi al mio fianco sicuramente riesco a gestire meglio le forze, ma chiunque va in campo deve dare il massimo e aiutandoci in mezzo al campo, come oggi, possiamo fare bene.

 “Stavamo bene in settimana, abbiamo lavorato e dato il massimo. Erano già alcune partite dove partivamo bene, ma oggi abbiamo saputo gestire gli episodi - a dirlo è Fabio Maistro, il migliore in campo -  Con i miei compagni avevamo la sensazione di poterla ribaltare e vincerla, sono stato caricato dalla volontà di tutti gli altri. Oggi anche gli episodi hanno girato dalla nostra parte, come il fuorigioco del 4-2. Mi trovo bene ad usare entrambi i piedi, a volte calcio meglio con quello debole, il sinistro. Ora a Rende serve entusiasmo e dare sempre il massimo"

condividi su: