a cura di Diego Petroni

Giugno 2018

CALCIO

CALCIO 'CI SIAMO'

calcio

E’ fatta! Il Fc Rieti centra la storica promozione in serie C, terza serie unica che avrà ancora più fascino e difficoltà della ex serie C1-C2 di un decennio fa, un evento storico che ha fatto esplodere la festa prima sui litorali di Budoni e Ostia, poi finalmente nel centro storico cittadino. In particolare è stata piazza Cavour ad essere stata invasa da un mare di magliette e bandiere amarantocelesti, in quanto è presso il bar La Lira dei fratelli Zamporlini che i giocatori sono soliti ritrovarsi. Festeggiamenti che sono andati avanti praticamente per settimane e che hanno visto una città finalmente risvegliata e ripagata nella gioia dello sport nazionale, un mezzo che se ben veicolato sa essere un grandioso aggregatore sociale.

Ma andiamo con ordine, in quanto la cavalcata finale amarantoceleste merita di essere raccontata tutta. Verso fine marzo il Rieti esce indenne dallo scontro, pur dominato, contro il Trastevere: al gol di Biondi risponde Neri, che purga di nuovo gli amarantocelesti nei minuti di recupero. Gli uomini di Parlato reagiscono però a quella che sembra essere una vera e propria maledizione e nella gara casalinga successiva sorpassano agilmente il Lanusei per 2 a 0 (rigori di Scotto e Minincleri). Dopo le vacanze pasquali il Rieti impatta per 0 a 0 nella difficile trasferta di Nuoro, ma al ritorno tra le mura domestiche inciampa sfortunatamente contro un coriaceo Monterosi che riesce nell’impresa di espugnare un affollato Manlio Scopigno grazie alla rete di Lopinto. La sfortunata sconfitta interna non scalfisce minimamente l’animo degli amarantocelesti, che la settimana successiva espugnano Budoni grazie ad un super gol nel finale di Scotto, che fa esplodere di gioia i trenta tifosi reatini giunti in Sardegna.

Manca solo un punto considerando il distacco di sei lunghezze dell’Albalonga, e il Fc Rieti se lo prende in tutta tranquillità ad Ostia (gol di Marcheggiani, Scotto e Minincleri), dove un’invasione di oltre 500 anime reatine festeggia la storica promozione aritmetica in serie C, sia nel litorale che al ritorno a Rieti.

L’ultima partita interna contro la Lupa Roma è pura accademia e si pensa più ad organizzare i festeggiamenti che al calcio agonistico: finisce 2 a 2 (reti di Scotto e Minicleri) ed esplode la festa in città! Caroselli e corteo in centro storico del Commando Ultrà Rieti che per un giorno dipinge di amarantoceleste le vie cittadine con fumogeni e bandiere al vento. I festeggiamenti vanno avanti fino a sera tardi con una strepitosa fiaccolata sul Velino di sub e giocatori reatini che incantano il pubblico cittadino sul ponte romano. Ma non c’è tempo per riposare neanche una settimana: ora i campioni amarantocelesti saranno impegnati nella Poule Scudetto contro le vincenti degli altri gironi, il primo turno ha già visto il Fc Rieti ottenere un buon pareggio per 0 a 0 sull’ostico campo di Potenza, in virtù del quale adesso si affronterà (probabilmente in un suggestivo scenario notturno) la Vibonese in casa mercoledì 23 maggio: in caso di vittoria si accederà alla semifinale del prestigioso trofeo di fine anno.

Occorrerà quindi lottare fino alla fine per poter coronare con la lode questa già straordinaria stagione 2017/2018 ed indossare l’anno prossimo il vessillo tricolore sulla gloriosa e sudata maglia amarantoceleste!

condividi su: