Ottobre 2019

#ORGOGLIO REATINO

GOLDEN GLOBES 2020, DUE FILM ITALIANI IN CORSA PER LA CANDIDATURA

cinema

Ci sono anche due italiani nella corsa per i Golden Globes 2020, e uno dei due è proprio quel  "Il banchiere anarchico" di Giulio Base, con protagonista il nostro Paolo Fosso. L'altro è "Il Traditore" di Marco Bellocchio film sulla vita di Tommaso Buscetta. Sono entrati nella rosa dei papabili al premio nella categoria del miglior film in lingua straniera attribuito ogni anno dalla Hollywood Foreign Press Association. Per poter essere considerato tra i candidati per il premio consegnato dalla Hollywood Foreign Press Association, è necessario che la pellicola sia una commedia, un musical o un dramma con almeno il 51% del parlato in una lingua diversa dall’inglese e che sia uscita nei 15 mesi precedenti alla cerimonia di assegnazione.
A differenza degli Oscar, i Golden Globe permettono più di una candidatura per paese a patto che i requisiti sussistano.
Quest'anno sono stati presi in considerazione 80 film da 49 paesi, le nominations saranno annunciate il 9 dicembre.

"Era da anni che volevo portare al cinema Il banchiere anarchico di Pessoa - aveva detto Giulio Base presentando il suo adattamento cinematografico del “racconto di raziocinio” del grande scrittore portoghese, dove egli stesso interpreta un ricchissimo banchiere insospettabilmente quanto convintamente anarchico che spiega le sue ragioni al suo interlocutore, interpretato da Paolo Fosso. “È un’opera estremamente contemporanea: politica e finanzia si intrecciano sempre più. Ho deciso di non condannare il mio personaggio né di evidenziarne gli aspetti mefistofelici; ho cercato di non prendere posizione, ma di una cosa sono sicuro: questa nuova finanza fa paura, volta la faccia alla società." La scelta degli attori è stata quasi obbligata, racconta il regista: “Per un film del genere, dove la faccia del protagonista si svela per davvero dopo molto tempo, mi sarei sentito a mio agio a dirigere solamente me stesso. Ad accompagnarmi ho scelto Paolo, un uomo di intelletto e una persona di cui mi fido”. E i grandi apprezzamenti che hanno accompagnato questo film sin dall'uscita, gli hanno dato ragione.

condividi su: