Settembre 2021

ARTISTI DELLA SOLIDARIETÀ PER IL RESTAURO DELLA MADONNA IN TRONO CON BAMBINO DI SOMMATI

solidarietà

Nell’ambito della Fiera Mondiale Campionaria del Peperoncino 2021, sotto i portici del Palazzo Comunale di Rieti si è svolta, dal 01 al 05 settembre u.s., la Mostra raccolta fondi organizzata dal Comitato “ Artisti della Solidarietà”, il cui ricavato è destinato per il restauro della Madonna in trono con bambino -terracotta policroma-, proveniente dalla chiesa della Madonna delle Grazie di Sommati, frazione di Amatrice,  opera  danneggiata a seguito del sisma del 2016. L’iniziativa è stata curata da Enrico Di Sisto e Domenica Luppino, coordinati da Gianni Turina.

Invitata a partecipare all’evento l’Associazione “ Saletta dei Ricordi”, della quale è Direttore l’artista Di Sisto, che ha ritenuto dare il proprio sostegno.

In tale occasione il maestro Di Sisto ha presentato un’opera litografica denominata: “ Il triste presagio di una Missa Italia, in una notte di tregenda”, dedicata alla memoria di Marcella Mariani Miss Italia 1953, che perse la vita insieme ad altre 28 persone nella  tragedia aerea del DC6 Sabena del 13 febbraio 1955, partito da Bruxelles e diretto a Leopoldville, nel Congo Belga, precipitato sul massiccio del Terminillo.

Detta opera realizzata in 3 esemplari, con torchio calcografico a stella ed a mano, con tecnica “pinte secche” viene resa preziosa, grazie alla partecipazione alla sua realizzazione, dall’ incisore e  pittore Luigi Guardigli.

Questi è stato incisore di Ruiz y Pablo Picasso, autentica icona mondiale della pittura e della scultura meglio conosciuto come Pablo Picasso, incidendo,  presso l’atelier de gravure tra Spagna e Francia, almeno 4000 matrici del maestro su vari materiali quali pietra, legno, rame e zinco, collaborando anche alla produzione di maioliche e terrecotte.

    Ma vi è ancor di più!

    Nella giornata del 4 settembre, lo stesso Di Sisto ha presentato un calco di Luigi Meroni, già calciatore del Torino, detto Gigi la” Farfalla granata.  

    Autentico fenomeno nel rettangolo verde, fuori sensibile artista, anticonformista, stella dei tifosi del Torino!.  Morì a soli 24 anni, dopo la fine di una partita di campionato tra il Torino e la Sampdoria, investito da un’auto mentre si accingeva ad attraversare Corso Re Umberto, insieme al compagno di squadra e grande amico Fabrizio Poletti.

    Era il 15 ottobre 1967 :  ancora oggi Gigi viene ricordato con immutato affetto!

    Questa scultura, in corso di realizzazione, voluta fortemente da Antonio Tavani, fondatore della “Saletta dei Ricordi”, verrà inaugurata prossimamente.

     Per le due opere, parole di vivo apprezzamento e gratitudine da parte di Massimo Rossi e Sandro Ciogli, rispettivamente Presidente e Vice della “Saletta dei Ricordi”.

     Hanno subito fatto eco anche quelle del Torino FC 1906 e del suo Circolo Soci nonché quelle del Museo del Grande Torino e della Leggenda Granata, gemellato con la realtà museale di Cantalice.   

                                                 

 

condividi su: