Aprile 2018

EVENTI E MANIFESTAZIONI

FESTA DELLA POLIZIA PER IL 166° ANNIVERSARIO

Premiazioni e concerto con il Dom Bedos-Roubo

manifestazioni

Si sono svolte questa mattina le iniziative promosse per celebrare il 166° Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato. Durante la cerimonia, che ha avuto come motto celebrativo “Esserci sempre”, che richiama il ruolo della Polizia di Stato tra la gente per garantirne sempre la sicurezza, è stata data lettura dei messaggi inviati dal Presidente della Repubblica, dal Ministro dell’Interno e dal Capo della Polizia, e, dopo un breve discorso del Questore di Rieti, che ha ricordato lo sforzo quotidiano della Polizia di Stato nel controllo del territorio e nella repressione dei reati, come ogni anno, sono stati premiati con onorificenze e ricompense i dipendenti della Polizia di Stato che si sono particolarmente distinti in brillanti operazioni di servizio.

In particolare sono stati concessi i seguenti riconoscimenti consegnato dal Prefetto di Rieti Dr. Valter Crudo e dal Questore di Rieti Dr. Antonio Mannoni: 

ENCOMI SOLENNI concessi a: Sovrintendente Ficorilli Andrea,  Assistente Capo Scotti Andrea e Assistente Capo Di Vittori Alessandro

ENCOMIO concesso a: Assistente Capo Lentini Demis

 LODI concesse a:       Ispettore Superiore Annibaldi Massimo, Sovrintendente Capo Cricchi Massimiliano e Sovrintendente De Santis Gianfranco.                     

                                      Assistente Capo Fornari Stefano.

Inoltre, durante la cerimonia, il Questore di Rieti ha premiato gli studenti delle classi 5^ della Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo Statale “Ferruccio Ulivi” di Poggio Moiano, vincitori, a livello provinciale, del concorso di educazione alla legalità: “PretenDiamo Legalità, a scuola con il Commissario Mascherpa”, promosso dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, in collaborazione con il MIUR, per sensibilizzare i giovani studenti sul rispetto della legalità e delle regole della civile convivenza.

Il lavoro realizzato dagli studenti, particolarmente apprezzato dal Questore Mannoni e da tutti i convenuti, sarà valutato da una apposita Commissione Centrale che selezionerà quelli ritenuti di maggiore interesse a livello nazionale. 

Particolarmente emozionanti sono stati i momenti musicali eseguiti, con l’organo monumentale Dom Bedos-Roubo, dal Maestro Paolo Paniconi, con il canto del soprano Marina Iacuitto, nell’Ave Maria di Schubet e nella “preghiera del poliziotto” e culminati con l’esecuzione dell’Inno d’Italia, al termine della cerimonia, da parte degli studenti del Liceo Musicale dell’Istituto Magistrale “Elena Principessa di Napoli” di Rieti, accompagnati dal Maestro Roberto Tiberti.

. All’esterno della chiesa i cittadini hanno potuto ammirare alcuni veicoli della Polizia di Stato, anche di interesse storico, appositamente fatti intervenire dal Museo Storico della Polizia di Stato di Roma, e visitare gli stand della Polizia Stradale e del Gabinetto provinciale di polizia Scientifica che ha spiegato le moderne tecnologie di investigazione.

I presenti si sono poi trasferiti all'interno del Chiostro adiacente dove si è svolto un buffet con il tradizionale taglio finale della torta.

La mattinata aveva avuto inizio con gli onori resi ai Caduti della Polizia deponendo, presso la stele posizionata all’interno del Cimitero Comunale di Rieti, una corona di alloro, alla presenza di rappresentanze della Polizia di Stato e della Sezione di Rieti “Filippo Palieri” dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato.

condividi su: