Aprile 2018

#ORGOGLIO REATINO

FC RIETI CALCIO - L'ABBRACCIO DELLA CITTA'

Conquistata la Serie C, festa grande in onore di squadra e società.

calcio

Spalti gremiti dai 'soliti', 'irriducibili', 'supertifosissimi' che hanno seguito per un'intera stagione le sorti della Fc Rieti Calcio e questo pomeriggio erano di nuovo lì, allo Stadio "M. Scopigno" per applaudire squadra, allenatore, dirigenti, medici, accompagnatori, tutto l'entourage degli amarantocelesti e ringraziarli della straordinaria stagione che li ha visti primeggiare e conquistare l'agognata Serie C dopo anni ed anni di militanza nelle serie dilettantistiche.

Pubblico delle grandi occasioni per una grande occasione: quella di far festa tutti assieme e brindare allo storico risultato. Per la cronaca, l'incontro contro la compagine della Lupa Roma è finito in parità sul 2-2. Un risultato che vale giusto per le statistiche e per certificare i 75 punti finali che rappresentano la soglia massima mai raggiunta prima d’ora in 82 anni di storia. Una partita che per i nostri colori aveva poco da raccontare ancora ma davanti al proprio pubblico gli undici di mister Carmine Parlato non volevano proprio lasciarsi andare del tutto. Un pareggio che accontenta un po' entrambe le squadre ma, più che altro chiude un ciclo, un campionato da infiocchettare. Fischio finale, esplode la festa del Rieti: uno ad uno i calciatori vengono chiamati sul palco dallo speaker e una volta esaurita la standing ovation per il presidente Riccardo Curci – che chiude giustamente la fila – il delegato della Lnd Massimo Calderoni consegna a capitan Tirelli il trofeo riservato alle squadre vincitrici dei singoli gironi. Coriandoli in campo, le note di We are the Champion sparata a tutto volume e per i tifosi è caccia alla foto-ricordo. Ovunque foto: di squadra, con i figli, le famiglie, baci alla coppa, tutti ma proprio tutti con volto, barba e capelli colorati di amaranto e celeste. Ed in questo momento la festa si è trasferita dallo stadio in piazza del Comune.

Prima della gara è stato consegnato un riconoscimento all’ex tecnico del Rieti Sergio Pirozzi, in ricordo del campionato vinto nella stagione 2004/2005 che sancì il ritorno nel calcio professionistico dopo oltre 60 anni d’assenza.

All’intervallo invece, Gigi Scotto è stato premiato da RietiLife.com come l’Uomo RietiLife 2018, un premio che il bomber sardo fa suo per il secondo anno consecutivo: 9 voti per lui, 7 per Marcheggiani, 4 per Cuffa che chiude il podio.

In sala stampa simpatico siparietto col tecnico Carmine Parlato che lascia la scena al suo staff, ai segretari, ai magazzinieri e il comparto medico.

A chiudere il pomeriggio dello “Scopigno” ci pensa il presidente Riccardo Curci, che si gode la festa: “Oggi ce la godiamo fino in fondo perchè è la nostra festa, la festa dei tifosi, della città, di tutti quelli che sono sempre stati vicini alle nostre vicende calcistiche e non. Domenica si torna a giocare: affronteremo il Potenza nella prima giornata della Poule Scudetto, non sappiamo ancora se in casa o fuori, lo decideranno domani in Lega. Ma per il momento festeggiamo. Il futuro? Ci penseremo da fine mese in avanti”.

IL TABELLINO 

FC RIETI-LUPA ROMA 2-2 (p.t. 1-1)

FC RIETI (4-3-1-2): Foscarini; Dionisi (33’st Dalmazzi), Scardala, Biondi, Ispas; Scevola, Cuffa (5’st Sivilla), Tirelli; Giunta (33’st Bussone); Marcheggiani (5’st Minincleri), Scotto (13’st Cericola). A disposizione: Scaramuzzino, Graziano, Tiraferri, Luciani. Allenatore: Parlato.

LUPA ROMA (4-4-2): Lazzari; Labate, Piva, Pedrazzini, Montesi; Ansini  (38’st Balzano), Milani (25’st Bozzi), Santarelli (33’st Tomaselli), Bianchi (25’st Frattesi);  Svidercoschi (15’st Piano M.), Prandelli. A disposizione: Proietti Gaffi, Campelli, Piano S., Bellistri. Allenatore: Quinzi.

ARBITRO: Spataru di Siena (Garatti di Crema e Monella di Chiari).

RETI: 16’ Scotto, 20’ Svidercoschi, 2’st Ansini, 29’st Minincleri

NOTE: spettatori paganti 710, di cui 233 abbonati. Ammoniti: Scardala, Dionisi (R), Pedrazzini (L).

 

condividi su: