a cura di Mariastella Diociaiuti

Novembre 2020

BRICIOLE DI DIRITTO DEI CONSUMATORI

EMERGENZA CORONAVIRUS: SPESA A CASA PER LE CATEGORIE PIU' FRAGILI

(di Mariastella Diociaiuti) L' emergenza covid 19 ed il successivo lockdown hanno imposto l' intervento  della  Protezione Civile.

E' stato sottoscritto un Protocollo d'intesa tra Dipartimento, Coop e Anci per la consegna a domicilio di beni essenziali.

Anziani, cittadini fragili, chi è in quarantena e, in linea generale, tutti quelli che non possono uscire dalla propria abitazione,  per acquistare beni essenziali, sono queste le categorie di persone alle quali è dedicato il Protocollo d'intesa sottoscritto tra Dipartimento della Protezione Civile, Associazione nazionale cooperative di consumatori (Coop) e Associazione nazionale comuni italiani (Anci) finalizzato a facilitare a livello territoriale la consegna della spesa a domicilio a coloro che sono impossibilitati a uscire per il periodo di emergenza epidemiologica da COVID -19.

L'evolversi della situazione epidemiologica, il carattere particolarmente diffusivo dell'epidemia e l'incremento dei casi sul territorio nazionale,  ha richiesto l'assunzione immediata di iniziative utili a sostegno della collettività e di assistenza alla popolazione. Immediata è stata la risposta di Coop che ha coinvolto una rete con più di 80 cooperative di consumatori sul territorio italiano, tra le quali figurano 7 grandi, 15 medie e circa 60 piccole cooperative, che operano su circa 900 comuni d'Italia con oltre 1.100 punti vendita e con oltre 6,5 milioni di soci consumatori.

Il Dipartimento della Protezione Civile,  ha ritenuto lodevole l'iniziativa, come best practice,  per la forma di assistenza alla popolazione,  mediante consegna della spesa a domicilio alle persone,  che ne hanno necessità durante l'emergenza COVID-19. L'iniziativa, con altri protocolli, potrà essere richiesta da altre catene di distribuzione di prodotti di largo consumo interessate al fine di potenziare il sistema di risposta all'emergenza sanitaria in atto.

Il  Protocollo,   applicabile solo nei comuni , dove sono attivi i Centri Operativi Comunali (COC),  indica le categorie di persone alle quali è rivolto, le modalità di svolgimento delle attività e quelle relative al pagamento della spesa che viene consegnata al domicilio del cittadino.

I volontari di protezione civile provvedono alla consegna della spesa a domicilio.

L' emergenza covid 19 e quindi la possibilità di rivolgersi alla Protezione Civile stabilita fino al 31.01.2021 è stata di recente prorogata con gli ultimi decreti legge .

Dall' osservatorio dell' Unione Nazionale Consumatori di Rieti e di Terni si evidenzia che non sempre,  in piccole realtà locali,  il servizio è stato  apprestato, talvolta,  ha rammostrato gravi carenze ed inefficienze, e   pur avendo cercato di  fare  fronte a gravi situazioni di emergenza,  non  è stato sempre efficiente, competente, preparato. E si sono evidenziate talune disparità di trattamento. Un recente convegno dell' Università di Camerino,  in questo senso,  ha  sollecitato e stimolato ad una sempre maggiore professionalità , trasparenza e adeguatezza del servizio reso dalla protezione civile.

Contatti: reperla@gmail.com    3496303249 UNC Rieti e Terni – Terni e Rieti 

condividi su: