a cura di Rino Panetti

Maggio 2019

EC...CITAZIONI

EC-CITAZIONE 10: COME ARCHIMEDE NELLA VASCA DA BAGNO

formazione

In che stato si trovava Archimede quando – nella vasca da bagno – esclamò il famoso “Eureka!”.

Pensiamoci. Essenzialmente era:

  • nudo

  • tranquillo

  • giocoso

  • curioso

  • sicuro di sé

Per dirla con Amadori e Piepoli, “Queste cinque caratteristiche basilari identificano i prerequisiti indispensabili di ogni prestazione creativa”.

Proviamo a vedere queste cinque caratteristiche, una per una e, come sempre, in modo molto veloce (quanto segue è tratto – e lievemente riadattato - dal mio “Management by Magic”, Florence Art Edizioni. 2011):

  • Per nudo si intende essere “senza maschera”, “spontaneo”. Poter dare libero sfogo e campo al proprio io, senza sovrastrutture e ruoli precostituiti.

  • Sicuro di sé: è un aspetto fondamentale, anche se l'autostima non va confusa con il narcisismo.

  • Tranquillità ha a che fare anche con lo stare bene con sé stessi e verso gli altri. Stress e angoscia sono grandi nemici della creatività. Inoltre, le migliori idee creative vengono quando la mente è presa da altro, quando si mette in moto quell'incubatore creativo di cui abbiamo già parlato.

  • La giocosità attiene alla capacità di dare sfogo al fanciullo che è in noi, porci in quella condizione mentale in cui l'inventiva e la fantasia non hanno limiti e condizionamenti tipici dell'essere adulti.

Questi cinque fattori sono decisivi in ogni processo creativo.

Si rafforzano ulteriormente se poi si fondono con:

  • Passione per quello che fate: è questa che vi spinge a ricercare, approfondire, migliorarsi

  • Attenzione: l’energia va dove ponete attenzione e intenzione. Non scordatelo mai!

E così si conclude questa turbo-rubrica in 10 veloci pillole creative.

Desidero lasciarvi con due Ec...citazioni finali, che sono sicuro vi apriranno ulteriori scorci su questa “disciplina” tanto affascinante quanto “sfuggente” che è la creatività:

Tre domande basilari:

  • Chi è questa persona?

  • Quale “storia” sta cercando di raccontarmi?

  • Perché merita la mia attenzione?

Ogni volta che proponete qualche idea a qualcuno (o vi proponete a qualcuno), non dimenticate che dovete essere in grado di rispondere a queste tre domande basilari (suggeritemi dal mentalista americano Max Maven) e, aggiungo io, dovete riuscire a farlo in 3 minuti massimo (meglio se in due minuti!).

Per finire, chiudiamo in un certo senso come cominciammo:

Sarà pure una visione semplicistica la mia, ma mi pare innegabile che all’origine di molti nostri guai ci sia quest’ansia della gente di volere la risposta, invece di cercare chi ha un METODO per arrivare alla risposta

Richard P. Feynmann, Il senso delle cose

In bocca al lupo e grazie per l’attenzione!
Rino Panetti

condividi su: