Novembre 2018

EVENTI E MANIFESTAZIONI

"DEPISTAGGI E VERITA' NASCOSTE. STRAGI DI STATO O STRAGI DI MAFIA?"

Incontro con Salvatore Borsellino e il Movimento Agende Rosse

società

Il Movimento delle Agende Rosse nasce su impulso di Salvatore Borsellino il quale il 15 luglio 2007 scrive la lettera intitolata “19 luglio 1992: una strage di Stato” nella quale afferma che la ragione principale della morte del fratello Paolo è da ricercarsi nell’accordo di non belligeranza stabilito tra pezzi dello Stato e Cosa Nostra in seguito ad una trattativa fondata sul tritolo delle stragi in Sicilia del 1992 ed in continente del 1993. Salvatore Borsellino chiede di avere delle risposte sulle omissioni delle più elementari misure di sicurezza in via D’Amelio il giorno della strage e di sforzare la memoria ad alcuni rappresentanti delle Istituzioni che incontrarono Paolo Borsellino nelle sue ultime settimane di vita e che pertanto conoscono elementi fondamentali per ricostruire lo scenario in cui maturò l’accelerazione della fase esecutiva dell’eccidio.

Il 9 novembre, accreditato presso la Scuola forense sabina, si svolgerà a Rieti l'incontro "Depistaggi e verità nascoste. Stragi di Stato o Stragi di mafia?". Presso la Chiesa di San Domenico in Piazza Beata Colomba alle ore 11 Salvatore Borsellino incontrerà giovani e studenti.  Interverrà il Vescovo di Rieti Domenico Pompili.
Nel pomeriggio alle ore 16 è prevista la presentazione del libro "La Repubblica delle Stragi" scritto a più mani. Interverranno gli autori

condividi su: