Maggio 2020

SALUTE

DELIBERA ASL RIETI PER CONSULENZE LEGALI: 'NOME' CHIEDE CHIARIMENTI

sanità

"Sarà anche pienamente legittima la delibera del Direttore Generale della ASL di Rieti (n.426 del 28 aprile), con la quale assolda legali esterni per un importo che si aggira sui 50.000€; ma è totalmente incomprensibile e appare veramente inopportuna - osserva NOME Officina POlitica - La ASL di Rieti, in piena crisi Covid, non ha comprato dispositivi di protezione individuale ai propri operatori sanitari. Siccome si trovavano (NOME li ha trovati e donati), allora o non c’erano i soldi o non c’era la volontà di comprarli (quest’ultima è una provocazione, quindi rimane in piedi un solo motivo).

La ASL di Rieti non ha comprato reagenti e altri macchinari per fare tamponi (che ancora si spediscono a Roma) e test sierologici (a proposito, non dovevano partire lunedì scorso?), però ha accettato una macchina PCR Menarini donata recentemente da NPC Cares.

Anche qui, delle due l’una: o NPC Cares ha donato una cosa che non è utile alla ASL, o la ASL ha accettato la donazione, perché in effetti avere anche solo una macchina in più  per fare tamponi  in questo momento così delicato, è molto utile (dalla intervista al Messaggero del 23 Aprile, a detta della stessa D’Innocenzo, sembrerebbe addirittura che, se non fosse per la donazione della NPC, la ASL in realtà non ne avrebbe nemmeno una di queste macchine).

Allora, perché non spendere soldi per fronteggiare la crisi Covid 19 anziché sprecarli in consulenze legali inutili? Si dirà: non sono inutili. Benissimo, e allora vorremmo capire che cosa devono fare di così urgente questi avvocati, perché dalla delibera non si capisce.

Sono fiondate o stanno per fiondare cause? Forse. Paradossalmente sarebbe da dire “speriamo” (nel senso che almeno ci sarebbe una spiegazione chiara, non che auspichiamo che qualcuno faccia causa alla ASL, per carità...).

Infine, se così fosse, e se proprio non si poteva fare ricorso alla Avvocatura dello Regione, sulla base di quale criterio si è scelto questo studio legale di Roma?

Si dice che sono esperti di diritto sanitario. Ma cosa è il diritto sanitario? A noi risulta inesistente (da un punto di vista giuridico, non colloquiale) tale ramo del diritto. E comunque, simili esperti proprio non c’erano nel territorio dove opera la ASL, cioè nella provincia di Rieti?"

01_05_20 16:58

condividi su: