Maggio 2019

SALUTE

DATI SANITÀ SOLE 24 ORE, NON SI ARRESTANO LE REAZIONI. LE DICHIARAZIONI DEL PARTITO DEMOCRATICO DI RIETI

sanità

Il Partito democratico provinciale di Rieti, della Città di Rieti e del gruppo consiliare del Comune di Rieti, oggi dichiara: "Dopo la pubblicazione dei dati de 'Il Sole 24 Ore' sulla Sanità si è finalmente e purtroppo fatalmente scoperto che dove la popolazione è mediamente più vecchia, lì c’è un maggiore consumo di farmaci e un tasso di mortalità più alto rispetto a territori più giovani e Rieti purtroppo non esula da questa tendenza ‘naturale’.
Preso atto di questa evidenza statistica, che qualsiasi servizio sanitario, almeno al momento, non può invertire, l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato e la Asl di Rieti hanno spiegato come il report del quotidiano economico se non errato certamente non risulta essere rigoroso dal punto di vista scientifico su un tema che presenta notevoli difficoltà nell'essere rappresentato in termini quantitativi.
Al di là dei numeri però c’è la qualità dei servizi ai cittadini sui quali in questi ultimi anni si è lavorato e si sta continuando a lavorare con risultati più che soddisfacenti anche se forse ancora lontani dalle aspettative di una popolazione che evidentemente ha necessità e criticità maggiori rispetto altre zone del nostro Paese.
Perché se è vero che si può migliorare molto, è anche vero che nel febbraio 2013, quando Zingaretti entrò in Regione, il centrosinistra trovò una situazione drammatica con la Giunta Polverini che con la sua maggioranza, come ci ha anche ricordato il consigliere comunale di Rieti della Lega Boncompagni cui è stata affidata la delega alla Sanità, aveva chiuso l’ospedale di Magliano in Sabina ed era pronta a ridimensionare Amatrice.
Oltre le chiacchiere e la propaganda, come quella fatta sul Laboratorio Analisi che con l’inserimento nella rete dei Laboratori regionali come Laboratorio di base Plus mantiene invariate le prestazioni secondo quanto ribadito già qualche tempo fa dallo stesso direttore del laboratorio del 'de Lellis' Venarubea, oggi la struttura di Magliano è tornata operativa, per Rieti e Amatrice ci sono progetti di sviluppo, è divenuta operativa la struttura riabilitativa interamente pubblica di Poggio Mirteto e soprattutto sono stati avviati percorsi di stabilizzazione e di assunzione di nuovo personale che stanno già adesso permettendo alla Asl di Rieti di dare risposte più concrete e puntuali ai pazienti.
Mai come in questi ultimi anni la Regione sta mettendo in campo azioni e progetti pensati per il nostro territorio abbandonando la logica dei numeri, come è sacrosanto sia, e forse sarebbe opportuno rendere più efficace questa attenzione invece che bearsi, come qualcuno sta facendo, del fatto che Rieti risulti su un quotidiano nazionale maglia nera".

condividi su: