Maggio 2020

PROVINCIA

DA FORMAT A FACEBOOK, LA PROPOSTA ANTICRISI DI BASILICATA RACCOGLIE COMMENTI QUASI TUTTI NEGATIVI

politica

Tutto è cominciato qui. La bagarre comunicativa di queste ore, scatenata da un post sulla pagina Facebook del sindaco di Fara Sabina Davide Basilicata, non è altro che la riproposizione di un suo contributo pubblicato su Format il 25 aprile LEGGI QUI, in risposta alla lettera aperta che Massimo Palozzi gli aveva indirizzato sempre tramite la nostra testata (LEGGI QUI)
Basilicata propone un taglio orizzontale per sei mesi agli stipendi dei dipendenti pubblici e alle pensioni superiori a 1.500 euro, i cui proventi sarebbero da girare agli autonomi come misura per la ripresa dopo la crisi economica causata dal coronavirus. Nel suo pezzo su Format Basilicata illustrava proprio quei provvedimenti per i quali è finito nell’occhio del ciclone, ma utili a suo parere a risollevare le sorti di artigiani, commercianti e partite Iva. La proposta ha suscitato una sequela di reazioni presto degenerate nei toni, tanto da indurre lo stesso primo cittadino ad annunciare querele contro coloro che lo hanno attaccato superando il limite della pur aspra dialettica politica.
In effetti, la ricetta è parecchio ardita ed ha fatto emergere ulteriori spaccature nella compagine di centrodestra che governa Fara Sabina, con la stella del sindaco (sospeso dalla Lega cui aveva aderito un anno e mezzo fa) sempre più offuscata dalle tante incomprensioni interne alla maggioranza.
A fronte di riscontri positivi, la quasi totalità di esponenti politici, sindacali e persino di rappresentanti delle categorie favorite dalla misura immaginata da Basilicata, ha infatti drasticamente bocciato l’idea. Qualcuno si è spinto oltre, commentandola in maniera piuttosto pesante e inurbana, al punto da spingere il sindaco ad annunciare richieste di risarcimento danni il cui ricavato, ha promesso, sarà devoluto al fondo comunale per l’emergenza Covid-19 (sempre che un tribunale gli dia ragione).

04_05_20

condividi su: