Marzo 2020

SALUTE

CORONAVIRUS, PRIMO CASO IN CITTÀ: NON PERDIAMO LA TESTA

salute, sanità

(di Stefania Santoprete) E’ arrivato ed ora è il tempo di ‘Non perdere la testa’ come dice la copertina di questo mese. Il nostro Sindaco ha già attivato il COC H24 come da procedura e seguiranno una serie di precauzioni da prendere a livello territoriale, ma ancor più nella nostra vita personale. Non esistono ‘untori’ volontari come sempre abbiamo scritto in questi giorni, ma persone che si ammalano involontariamente. Questa è una guerra da combattere insieme, e come in ogni battaglia siamo schierati, a fianco, non uno contro l’altro. Non perdiamo l’umanità.

Abbiamo avuto tempo e modo per informarci, per conoscere le buone norme da adottare.
Se possibile, come già chiesto in questi giorni rimaniamo a casa, laviamoci le mani, non frequentiamo più persone del dovuto, non salutiamoci con baci, abbracci e strette di mano, non fingiamo di essere supereroi continuando a frequentare luoghi affollati, anche nei supermercati (c'è bisogno di andare tutti insieme oggi?) siano rispettate per quanto possibile le distanze di sicurezza, anche in fila, alle casse e, soprattutto, proteggiamo gli anziani. Si pensi a loro, a non farli uscire, a rimanere in contatto telefonico più spesso del solito, facendo loro  spesa e tutti i giri necessari. Contattiamo i medici solo telefonicamente, non rechiamoci al pronto soccorso ma interpelliamo eventualmente l’800.118.800. 

E come genitori e diretti responsabili delle azioni dei nostri figli richiamiamoli al senso di partecipazione ad un'azione comune, facciamoli sentire parte integrante di un processo di prevenzione  da portare avanti in maniera impegnativa nei prossimi giorni che si concretizzi con l'evitare luoghi affollati, assembramenti e feste private, con il non condividere bottiglie e proteggere se stessi e gli altri. E' in famiglia che si crea consapevolezza ora che la scuola non può farlo.

(foto dal web)

09_03_20 13:08

condividi su: