Giugno 2020

CONTROVENTO: "STUDENTI TRA ETERNIT E RIFIUTI, IL DISAGIO SUCCURSALE DEL ROSATELLI"

"Nonostante le varie richieste della scuola e degli studenti e le manifestazioni alla provincia di Rieti, noi ragazzi di Controvento dell’IIS Rosatelli ci troviamo a dover alzare di nuovo la voce davanti ai numerosi problemi che affliggono la succursale del nostro istituto. - scrive Davide Corazza, rappresentante d’istituto e consulta I.I.S. Rosatelli e referente circolo Controvento Rosatelli - A fine ottobre dello scorso anno abbiamo incontrato l’assessore Chiarinelli per una risoluzione dei problemi pregressi. Le questioni discusse sono state due: la riparazione del tetto della palestra, con rimozione delle lastre di eternit, e la questione della succursale “Vanoni”. Il lavori al tetto della palestra sarebbero dovuti iniziare il 7 luglio 2019, data che si è protratta al 9 settembre, e i il termine dei lavori era stato fissato al 31 di dicembre. La palestra è stata riaperta a fine gennaio 2020. Per quanto riguarda la succursale, invece, i delegati di Controvento avevano esposto all’assessore i problemi riguardanti la struttura in data 24 ottobre 2019, ricevendo rassicuranti promesse. Ad oggi, però, le condizioni deplorevoli della succursale sono rimaste invariate.
I principali problemi della struttura rimangono: mancate valvole del metano, pavimentazione del cortile da ripristinare, vie di esodo non a norma, accesso all’unica scala di emergenza da inibire in quanto non a norma, tetto allagato e con lastre di eternit scoperte e danneggiate, presenza di rifiuti abbandonati nel cortile a causa di un supermercato fallito. Siamo stanchi di dover ripetere ogni volta le stesse ingenti problematiche della nostra succursale, che per altro è occupata solo da studenti del primo anno, e per questo chiediamo che durante le vacanze estive vengano attuati dei lavori di risanamento della struttura, con la speranza che i tempi per i lavori vengano questa volta rispettati. Noi ragazzi di Controvento ci battiamo da anni per le condizioni della succursale e continueremo finché non vengano risolte. La lotta continua!"

condividi su: