Febbraio 2020

CONFARTIGIANATO, IL 7 FEBBRAIO IL CONVEGNO "VIABILITÀ E TRASPORTI BINOMIO PER IMPRENDITORIALITÀ E LO SVILUPPO"

Confartigianato Imprese Rieti e Confartigianato Trasporti, in collaborazione con CTS Centro Italia e la Provincia di Rieti, organizzano un convegno dedicato al tema della viabilità e delle infrastrutture, come elemento necessario allo sviluppo del territorio e dell’imprenditorialità. L’incontro si svolgerà venerdì 7 febbraio, alle ore 16.30, presso la sala convegni della sede di Confartigianato, in Via F.lli Sebastiani 121. Interverranno come relatori Mariano Calisse, Presidente della Provincia di Rieti, Gabriele Bariletti, Vice Presidente di ORT-Osservatorio Regionale Trasporti, Antonio Emili, Assessore all’Urbanistica del Comune di Rieti e Sergio Lo Monte, Segretario nazionale di Confartigianato Trasporti. Le conclusioni saranno affidate a Vincenzo Regnini, Presidente della Camera di Commercio di Rieti. Con questo convegno Confartigianato vuole proporre una riflessione sul tema della viabilità e delle infrastrutture come strumenti essenziali per ridare competitività al territorio reatino e, allo stesso tempo, evidenziare la necessità di riportare sui tavoli istituzionali la centralità “montana”, che ad oggi rimane un fatto culturale poco influente nelle politiche regionali e nazionali (non scordiamo infatti che il nostro territorio è per il 70% montano). Eppure l’interscambio montagna-città ha messo in luce la varietà e la quantità di scambi tra la montagna e la pianura urbanizzata, specie quella romana. Pensiamo alle risorse idriche, da una parte, e, a quanto, dall’altra, il nostro territorio dipenda dalla grande città per i posti di lavoro e per i servizi. L’auspicio è quello della valorizzazione delle diversità e riduzione delle diseguaglianze con interventi sulle infrastrutture e sulla distribuzione geografica della popolazione, dei servizi e dell’occupazione. Legato a quest’ultimo aspetto, c’è il tema della viabilità. La Provincia dopo anni di inerzia, recupera un ruolo e mette sul piatto della bilancia un piano di manutenzione straordinaria delle strade di propria competenza. Un segnale importante che va incontro alle esigenze specifiche di chi opera in montagna. Fulcro della rinascita del territorio non può che essere la Città di Rieti. Ammodernare il centro storico rendendolo più fruibile ai residenti e ai turisti, è condizione essenziale per il rilancio di una città che conserva una vivibilità invidiabile, ma che non può prescindere dalle attività economiche che la rendono viva e attraente. Il recepimento della legge sulla Rigenerazione Urbana e gli ingenti investimenti messi in campo dall’Amministrazione Comunale sono la linfa vitale per dare un volto nuovo alla città e rilanciarla
come fulcro di un nuovo sviluppo che deve coinvolgere l’intera provincia. Infine i trasporti. Il parco veicolare oggi circolante in Italia, ma anche in Europa, è composto da mezzi vecchi, altamente impattanti. Occorre però considerare che nel nostro Paese il trasporto su gomma rappresenta l’82% del totale. Nella nostra provincia arriviamo al 100%. Solo questo dato dovrebbe indurre a una riflessione più profonda. Le attività ubicate nelle aree interne hanno sicuramente costi maggiori, sia per l’approvvigionamento delle materie prime che per la distribuzione delle stesse. L’attuale emergenza infrastrutturale, particolarmente accentuata dalle caratteristiche morfologiche del territorio e dall’incuria che dura ormai da decenni, ci induce a rilanciare con forza un piano straordinario che avrà durata pluriennale, per recuperare, anche se parzialmente, un gap produttivo altrimenti incolmabile. Saranno questi i temi del convegno “Viabilità e Trasporti: binomio inscindibile per l’imprenditorialità e lo sviluppo del territorio”, che, ci auguriamo, possa essere il primo passo per una riflessione collettiva su un modello di sviluppo che rispetti territorio, imprese e ambiente.

condividi su: