Aprile 2018

PROVINCIA

COMUNE DI POGGIO MIRTETO, CONCESSO TITOLO ONORIFICO DI CITTA'

amministrazione

Il Prefetto di Rieti, Valter Crudo, ha consegnato oggi, nella sede del Palazzo del Governo, al Sindaco del Comune di Poggio Mirteto, Giancarlo Micarelli, il decreto del 28 febbraio 2018 (disponibile sul sito della Prefettura, unitamente alla relazione) con il quale il Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro dell’Interno, ha concesso all’ente locale il titolo onorifico di “Città”, ai sensi dell’art. 18 del decreto legislativo n. 267 del 2000, che può essere attribuito ai Comuni insigni per ricordi, monumenti storici e per l’attuale importanza. 

Il Sindaco di Poggio Mirteto, accompagnato da una rappresentanza del Consiglio comunale, ha ringraziato il Prefetto per aver sostenuto, durante tutto l’iter e con il proprio parere favorevole, la richiesta formulata con delibera di Giunta e corredata da copie di documenti che attestano le peculiari tradizioni storiche, culturali, sociali ed artistiche, alle quali è stato dato ampio risalto nella relazione del Ministro dell’Interno, che costituisce parte integrante del decreto stesso. 

Nell’occasione, il Sindaco ha omaggiato il Prefetto del libro “La storia del territorio di Poggio Mirteto” che raccoglie gli atti della giornata di studi tenutasi nel 2014 con contributi sull’argomento di varie discipline. 

Il Prefetto ed il Sindaco hanno condiviso il fatto che la concessione del prestigioso riconoscimento rappresenta il recupero della memoria storica dell’ente e, per i suoi abitanti, un importante simbolo d’identificazione culturale. 

Il Prefetto, nell’esprimere le sue vive congratulazioni ai rappresentanti dell’ente locale ed a tutta la popolazione di Poggio Mirteto, ha anche manifestato l’auspicio, anzi la certezza, che il titolo onorifico di “Città” costituirà un elemento essenziale per le scelte future dell’Amministrazione, volte ad una sempre maggiore valorizzazione e sviluppo delle risorse locali. 

Alla cerimonia hanno presenziato anche un rappresentante dei Vigili del Fuoco e delle Forze di Polizia provinciali e locali.

condividi su: