Gennaio 2019

COMITATO GEMELLAGGI, STABILITI OBIETTIVI E PROGRAMMI

amministrazione, rieti

Si annuncia un 2019 denso di attività e occasioni di promozione per il territorio reatino grazie al programma messo a punto dal Comitato Gemellaggi e Relazioni internazionali guidato da Elisabetta Occhiodoro, approvato dal Comitato di gestione nelle settimane scorse e, più recentemente, dal Consiglio comunale. Il programma 2019 è teso a favorire la cooperazione e gli scambi tra le Città gemelle (Ito, Saint Pierre LesElbeuf e Nordhorn) ma anche a costruire nuove relazioni internazionali.

  • Mobilità studentesca per gli istituzioni di istruzione di II grado con le Città gemellate e altre con cui si stipuleranno relazioni o rapporti di amicizia

Si sono già attivati rapporti con i Dirigenti Scolastici degli Istituti di Scuola Superiore del Comune di Rieti per la costituzione di un Albo Cittadino delle famiglie disposte a ospitare studenti e, successivamente, a far partire i propri figli per periodi di studio e vacanze presso le città gemellate di Nordhorn (Germania), Saint Pierre LesElbeuf (Francia) e Ito (Giappone). Nel corso del 2019 verranno stipulati dei protocolli di intesa con le città gemellate al fine di stabilire procedure che regolino in maniera precisa gli scambi tra scuole e ragazzi (durata minima del soggiorno – accoglienza dei Comuni – accoglienza delle famiglie – attività scolastiche ed extrascolastiche). Verranno quindi attivati i primi scambi tra scolaresche e famiglie. Saranno attivati, su richiesta, anche stage lavorativi per studenti provenienti dalle città gemellate. A tal proposito, è stata già richiesta e accettata la collaborazione all’Ordine degli Avvocati del Comune di Rieti per attivare uno stage di 30/45 giorni nei mesi di giugno-luglio 2019 a favore di uno studente di SaintPierre LesElbeuf della facoltà di Giurisprudenza.

  • Rapporti di amicizia con comunità italiane residenti all’estero.
  • Rapporti con altre località italiane

Sono stati presi accordi con Padova al fine di stipulare un gemellaggio tra le due Città legate dalla figura di Sant’Antonio. Nel mese di marzo una delegazione del Comitato si recherà a Padova per formalizzare l’accordo di amicizia.

A breve, inoltre, verrà siglato un rapporto di amicizia con Vignola (Modena) e Sant’Oreste Romano (Roma) al fine di avviare una promozione turistica legata, appunto, alla figura e all’opera del Vignola.

  • Recupero del rapporto di gemellaggio con la Città di Caleruega (Spagna)

Il Comitato si occuperà di recuperare il rapporto di gemellaggio con la località di Caleruega, Spagna; tale relazione venne avviata dal Comune di Rieti nel 1999 e, ad oggi, risulta importante concretizzarla per la vicinanza con la città di Burgos e con il Camino de Santiago di Compostela, per il fatto di essere la città natale di San Domenico de Guzmán, nato nel 1170 e canonizzato a Rieti nel 1234 da Papa Gregorio IX nella Cattedrale di Santa Maria Assunta. Ad oggi sono già in corso colloqui tra il Comitato e l’Amministrazione comunale di Caleruega.

  • Implementazione e coordinamento attività collegate alla Fiera internazionale del Peperoncino

Già nel corso della passata edizione della Fiera Internazionale del Peperoncino, le delegazioni delle città gemellate hanno espresso la volontà di partecipare fattivamente all’edizione del 2019. A tal fine, il Comitato è già in contatto con i referenti delle suddette città per l’allestimento di stand dedicati. Inoltre, il presente Comitato ha accolto la richiesta dell’Ambasciata del Vietnam per l’istituzione di un rapporto di amicizia con la città di Rieti oltre che per una concreta partecipazione alla Fiera Internazionale del Peperoncino.

  • Partecipazione e coinvolgimento delle attività produttive reatina al Fest Der Kulturen di Nordhorn

Il Comitato si impegnerà a partecipare al FestderKulturen organizzato dalla città di Nordhorn, su invito della stessa. La volontà è quella di prendere parte a tale manifestazione con un apporto culturale ed economico; recependo le istanze dell’Assessore al Turismo e alle Attività Produttive Daniele Sinibaldi, verranno coinvolte sia le associazioni di promozione sociale che le imprese locali, permettendo alle prime di esprimere le loro capacità artistiche e alle seconde di offrire i loro prodotti sul mercato internazionale.

  • Coinvolgimento delle Città gemellate e di eventuali altre realtà nella manifestazione Scopigno Cup

Il Comitato collaborerà con lo staff organizzativo della ScopignoCup che si terrà a Rieti dal 15 al 19 aprile 2019 al fine di coinvolgere le squadre di calcio del settore giovanile provenienti dalle città gemellate.

  • Attivazione e inaugurazione della Biblioteca e della Sala Polifunzionale in cooperazione con la Città di Nordhorn

Il Comitato procederà, in collaborazione con il Dirigente Scolastico dell’I.I.S. Luigi di Savoia prof.ssa Maria Rita Pitoni, all’inaugurazione di una Biblioteca e Sala Polifunzionale per i ragazzi e per le associazioni culturali della città di Rieti sita nell’Istituto stesso. Si tratta di un progetto avviato dall’ex Comitato Gemellaggi di Rieti a seguito del sisma del 24 agosto 2016, cofinanziato dal Comitato Gemellaggi del comune di Nordhorn per la somma di € 15.000. All’inaugurazione prenderanno parte le autorità locali e una delegazione proveniente dalla città di Nordhorn, con l’eventuale presenza delle scolaresche del territorio. Nell’ambito di tale giornata inaugurativa verrà esposta una relazione conclusiva a cura della presidente della Comunità Montana del Velino sig.ra Maria Antonietta Di Gaspare in merito alle attività inerenti il progetto “Velino for Children”: interventi socio-psico educativi per ragazzi residenti nel cratere sismico, cofinanziati anch’essi dalla città di Nordhorn.

“Il piano annuale del Comitato gemellaggi dimostra l’approccio totalmente innovativo e concreto del nuovo corso della nostra struttura che punta, da un lato a rafforzare il rapporto con le Città gemelle e dall’altro a curare ogni eventuale nuove opportunità di collaborazione con altre realtà nazionali e internazionali, non solo nella dimensione di crescita socio-culturale del territorio ma anche nella prospettiva di creare occasioni di sviluppo economico – dichiara la Presidente Elisabetta Occhiodoro – tra le tante differenze rispetto al passato, che evidentemente fanno storcere il naso a qualcuno, è che pur in presenza di scarsissime risorse per le note condizioni degli Enti locali, grazie alla capacità di coinvolgimento e alla prospettiva professionale con la quale viene impostato il lavoro, già oggi possiamo dire che il Comitato si sta configurando come una piattaforma di lancio della Città in panorami più ampi e, allo stesso tempo, come porta d’ingresso per altre culture, economie e comunità che intendono conoscere e approfondire le peculiarità del nostro territorio. Qui non si fanno più viaggi tra amici ma, per amore della nostra Rieti e per contribuire al miglioramento del futuro per le giovani generazioni, ogni membro sta dando il massimo per riuscire ad ottenere risultati, apportando contributi umani, relazionali e professionali, pur rimanendo dei semplici volontari”.

condividi su: