Agosto 2018

TERREMOTO

'COME DE CARTA' DOCUMENTARIO SU AMATRICE RIPROPOSTO DA RAI STORIA

terremoto

"La nostra scuola si è accartocciata come se fosse de carta". Un gruppo di bambini all'interno di un edificio prefabbricato chiacchiera con leggerezza ricordando il sisma del 24 agosto 2016. Amatrice, uno dei borghi più belli d'Italia è stato raso al suolo, è rimasto in piedi solo un campanile che svetta altissimo al centro di una spianata di macerie. Tutto tace, un silenzio irreale e sinistro riempie quel che resta della città e frazioni popolate soltanto da vigili del fuoco ed addetti ai soccorsi. Una comunità intera è in attesa, aspetta, dopo il terribile terremoto; non resta che attendere che succeda qualcosa. Un altro terremoto? Degli alloggi confortevoli? Infrastrutture per il bestiame? Dei negozi dove poter fare la spesa? O semplicemente si attende che la natura faccia il suo corso.

“Sempre più spesso – dice Conversano che ha realizzato il documentario seguendo la vita di Amatrice per quasi un anno - ci sui trova a parlare del rapporto complicato che intercorre tra il cinema documentario e la verità, Herzog dice che la verità dobbiamo prenderla con le pinze, perché non saremo mai in grado di avvicinarci veramente. Questa frase del maestro tedesco mi tormenta e mi affascina perché lancia una sfida impossibile e allo stesso tempo innesca una carica di dinamite nell’animo di documentaristi e film-maker. Partendo da questo assunto ho affrontato questo lavoro con uno spirito diverso rispetto ai miei precedenti lavori, non ho cercato storie, ma ho fatto in modo che le storie cercassero me. Mi sono  volutamente smarrito tra le macerie ed i borghi distrutti rendendomi leggero e privo di coscienza critica cercando di registrare discorsi privi di suono e sguardi pieni di parole”. 

Il documentario di Graziano Conversano “Come de carta” verrà riproposto da Rai Cultura  martedì 21 agosto alle 21.40 su Rai Storia in occasione del secondo anniversario del sisma.

condividi su: