Marzo 2020

PROVINCIA

CITTADUCALE, RANALLI "MANCA PERCEZIONE DEL PERICOLO. CHIUDO PARCHI E AREE VERDI"

salute, sanità

Nonostante gli altissimi rischi di contagio e le dure prescrizioni normative atte a prevenire gli assembramenti di persone, in queste ultime ore abbiamo assistito ad una costante presenza di gruppi di cittadini che hanno mal pensato di ritrovarsi in aree verdi del territorio come se nulla fosse. Per evitare il peggio è stata ora firmata un’ordinanza che vieta l’utilizzo di questi spazi fino al prossimo 3 Aprile e salvo indicazioni differenti. “Il periodo è complesso e particolarmente difficile – dichiara il Sindaco, Leonardo Ranalli - e si chiede a tutti noi un sacrificio enorme che si somma a quello drammatico di tipo economico che stanno subendo i tanti operatori economici del comune. Evidentemente non tutti hanno la percezione di quanto in corso ed ecco che oltre ai mille pensieri del caso si somma quello dell’altrui e dell’auto tutela che non può essere sottovalutata. Il Comune, intanto, rimane a disposizione per sostenere le categorie più fragili con consegne a domicilio di farmaci e, dove indispensabile, di beni di prima necessità e così sarà fino al rientro dell’emergenza che in queste ore sta vedendo sul territorio provinciale un importante incremento percentuale. La nostra forza e i dati del territorio comunale parlano di una buona tenuta momentanea e di un futuro comunque incerto, ma dobbiamo resistere e tenere duro grazie ad un’azione collettiva di responsabilità. Anche per questo mi appello ai titolari delle aziende che sono rimaste aperte affinché adottino le misure di sicurezza prescritte o che, in alternativa, chiudano temporaneamente per mettersi in regola. Le forze preposte stanno controllando e continueranno a farlo per il senso del bene comune che non può essere superato dall’incoscienza dei presunti furbetti che non hanno rispetto della stragrande maggioranza della popolazione – conclude il Sindaco - alla quale deve andare il mio personale plauso e ringraziamento per la responsabilità con la quale sta vivendo questi drammatici momenti”.

 

 

condividi su: