Luglio 2018

NEWS

CITTADINANZATTIVA, INCONTRO URGENTE PER I SERVIZI AI DISABILI E SUI TAGLI AL SOCIALE

politica

Il Coordinatore dell’Assemblea,  Antonio Ferraro, il Coordinatore per le Politiche Sociali, Mauro Rizzetto, la Coordinatrice per le Politiche su Immigrazione e Rifugiati, M. Giuseppina Troiano per cittadinanza attiva comunicano: 

ALLARME PER IL DESTINO DEI SERVIZI PER I DISABILI E DI ALTRI SERVIZI PER L’ASSISTENZA E LA MESSA IN SICUREZZA DI PERSONE AD ALTO RISCHIO SOCIALE. RICHIESTA DI INCONTRO URGENTE.

"Apprendiamo, da notizie di stampa, del reale rischio di chiusura del Servizio per disabili del Centro ARFH, nonché dei gravi ritardi dell’avvio del “Dopo di Noi “ e del Centro Famiglie. Servizi, come altri, anche di eccellenza (Ippoterapia ad elevata integrazione socio sanitaria, Mensa di S. Chiara, Assistenza Scolastica, Case Famiglia per giovani con disturbi mentali, Punti di accoglienza in emergenza per persone senzatetto, …), che subiscono tagli o che non sono mai stati avviati, nonostante l’evidente necessità sociale.

Da alcuni incontri, presente l’Assessore ai Servizi Sociali Dr.ssa Palomba e l’attuale Direttore del Consorzio Sociale Rieti 1, è risultato come ciò sia dovuto in gran parte al mancato avvio del succitato Consorzio, ancora in attesa del trasferimento delle risorse economiche necessarie al suo funzionamento.

E’ evidente l’allarme nel vedere aggravata una già pesante condizione di insufficienza di investimenti nelle politiche ed interventi sociali in favore di soggetti fragili – disabili, anziani, minori, giovani a rischio devianza, poveri e senzatetto, immigrati e Rifugiati in difficoltà, …, in grande aumento a causa della crisi economica- ai quali verrebbe preclusa ogni speranza di miglioramento della qualità di vita.

Per tali ragioni, chiediamo un incontro urgente al fine di chiarimenti circa le reali intenzioni dell’Amministrazione del nostro Comune.

Nel contempo, crediamo necessario ribadire, ancora un volta, la necessità  che il Distretto Rieti 1 ed il Comune capofila rispettino l’obbligo normativo di favorire la piena partecipazione delle Organizzazioni Civiche e di tutti gli altri Attori Socialiin tutte le fasi di analisi, proposta, realizzazione e verifica dei programmi e progetti sociali (concertazione), attraverso  gruppi di lavoro organizzati, evitando inutili convocazioni per comunicazioni su decisioni già prese in solitaria dalle Amministrazioni.  Per l’occasione, considerato il grave pressappochismo nella conoscenza dei dati e la scarsa trasparenza della loro pubblicizzazione, chiediamo  che  vengano documentati i bilanci sulle politiche sociali del Comune di Rieti degli ultimi anni (vedi nota di richiesta allegata alla presente), accompagnati da una doverosa disamina sullo stato sociale e sulla qualità dei Servizi dedicati alle persone a rischio di emarginazione ed esclusione, predisponendo una “Conferenza Pubblica annuale del Distretto S.S. Rieti 1”, con la partecipazione attiva di tutte le parti sociali, comprese le Organizzazioni Civiche e di Volontariato."

condividi su: