Gennaio 2020

CASTELLO ORSINI MONTENERO SABINO, GRANDE SUCCESSO PER LA CONFERENZA ARCHEOLOGICA

provincia

La risposta di pubblico è stata notevole, il salone principale gremito di persone, tra cui amministratori locali, studiosi e semplici appassionati.
Il tema trattato riguardava gli scavi archeologici, svolti l'estate scorsa, presso la località Leone del paese. I relatori, tra cui il Prof. Aldo Borlenghi dell’Università Lione 2, che ha diretto i lavori di indagine, hanno dato conto di quanto finora rinvenuto e tracciato le linee guida per il futuro. Borlenghi, unitamente all’Archeologo Federico Giletti e all’Archeologo Alessandro Betori (funzionario della Soprintendenza), ha affermato che l’Università di Lione è assai interessata alla prosecuzione delle ricerche e all’ampliamento del campo di indagine, a tutta l’area della Sabina.
Montenero rappresenta dunque, un primo passo, una sorta di esperienza da approfondire ed espandere in altri siti limitrofi. Lo scopo non è solo fare luce sul mondo del popolo sabino e sulla dea Vacuna, ma anche effettuare un’indagine scientifica, di alto contenuto tecnologico, che possa indagare in maniera diacronica tutta l’area della Sabina centrale.
La speranza è che si dia seguito a questa prima esperienza e che le realtà locali, amministrative e politiche, possano sostenerla sia dal punto di vista delle risorse necessarie, sia sotto il profilo burocratico – amministrativo.

condividi su:
GELO, NOI CAVIE NELLE SAE
provincia, ricostruzione