Settembre 2019

PROVINCIA

CAPRADOSSO RISCOPRE I SUOI MERAVIGLIOSI AFFRESCHI

arte

(di SimoVu) Anche il territorio reatino non è secondo a nessuno, ha i suoi misteri, bellezze e luoghi da ammirare con stupore. Ci sono molti borghi costruiti in territori impervi dove la roccia predomina le vallate, tra questi c’è Capradosso che merita una particolare attenzione per gli affreschi recentemente restaurati della Chiesa di Santa Maria, tra i quali spicca il giudizio universale dipinto sulla facciata esterna. Riparare crepe e danni per far riemergere una luce affascinate è stato un lavoro minuzioso di mani esperte, che hanno fatto riaffiorare numerosi personaggi sacri scalfiti dal tempo e dalle intemperie. C’è il Cristo, con i piedi legati e le lance sul corpo, la scena della resurrezione dei morti dai sepolcri e gli angeli messaggeri divini con le trombe che annunziano, proclamano, celebrano. La Madonna e il Battista e poi gli Apostoli che siedono sui troni del tribunale celeste come aveva promesso loro Gesù intorno al tavolo dell’ultima cena:  «Voi siete quelli che avete perseverato con me nelle mie prove e io preparo per voi un regno, come il Padre mio l'ha preparato per me, perché mangiate e beviate alla mia mensa nel mio regno. E siederete in trono a giudicare le dodici tribù d'Israele»Capradosso è stato sempre un piccolo borgo, prima terra d’Abruzzo che ne ha conservato tutte le caratteristiche, è poi passato a Rieti e spiccain uno scenario incontaminato d’incomparabile bellezza. Percorrendo la superstrada della Valle del Salto è consigliata la sosta alla Chiesa di S.Maria per ammirare gli affreschi riemersi da un passato non comune.

 foto@Paolo Nunziati

condividi su: