Aprile 2017

LIBRI

"BASTA COMPITI! NON E' COSI' CHE SI IMPARA

Un'altra scuola a Rieti

scuola

“Basta compiti! Non è così che si impara.” Questo il titolo del libro che ha presentato il dirigente scolastico Maurizio Parodi a Rieti il 4 marzo presso il locale “Le tre porte”, in un evento organizzato dall’Associazione Semi di Cambiamento in collaborazione con il gruppo di genitori “Un’altra scuola a Rieti”.

Il tema centrale del libro (il fatto che i compiti a casa siano per i bambini non solo inutili ma anche dannosi) è stato solamente il punto di partenza per l’autore che si è altresì lanciato in una critica aspra e forte verso il sistema scolastico italiano nel suo complesso. Il tutto davanti ad una platea composta per la maggior parte da insegnanti ed educatori. Parodi racconta di una scuola che ha abdicato al suo ruolo di ascensore sociale, una scuola che oramai accoglie i bambini bravi (i fortunati che hanno alle spalle famiglie che possono seguirli quotidianamente nello studio e permettersi attività extra scolastiche) e respinge i bambini con maggiori difficoltà, proprio quelli che dovrebbero trovare nella scuola la possibilità di emancipazione da condizioni non particolarmente stimolanti. I compiti a casa sono l’emblema di questo non senso. Li fanno principalmente i bambini che a casa possono essere supportati nello studio. Diventano elemento di frustrazione per chi invece non riesce a portarli a termine. Non tengono conto delle capacità individuali dei bambini e dei tempi di elaborazione di ciascuno. Parodi invita gli insegnati ad una profonda autocritica al fine di far emergere i “non senso” e le aberrazioni dell’attuale sistema scolastico.

Ed è proprio di questo che si sta occupando il gruppo di genitori di “Un’altra scuola a Rieti”: la creazione di una scuola materna ed elementare ispirata da valori altri. "Crediamo che l'attuale modello di educazione, sviluppatosi per rispondere alle esigenze socio-economiche di un contesto storico che non è più quello attuale, sia obsoleto e inadeguato ai rapidi cambiamenti sociali, economici ed ambientali odierni e dell'immediato futuro. Perciò vogliamo portare anche a Rieti modelli educativi alternativi, che forniscano ai nostri figli strumenti più adeguati ad affrontare questo mondo in cambiamento e che sviluppino creatività e flessibilità, mettendo sempre il bambino e i suoi bisogni al centro."

Il gruppo dei genitori vuole inoltre organizzare eventi di sensibilizzazione sul tema dell’educazione ed invita i genitori interessati a partecipare all’incontro aperto che si terrà il giorno 8 aprile alle ore 16 presso “Le tre porte” (via della Verdura n.25) durante il quale verrà illustrato il progetto di “altra scuola”, il manifesto pedagogico che lo ispira e le fasi operative di realizzazione.

Per maggiori info www.unaltrascuolarieti.blogspot.com - unaltrascuolarieti@gmail.com

 

 

condividi su: