Novembre 2019

CALCIO*

AVELLINO-RIETI, LE DICHIARAZIONI DEI TECNICI ED IL POST GARA

calcio

Capuano tecnico dell'Avellino “Abbiamo vinto una partita importante contro una grossa squadra, era morta ma all’improvviso è resuscitata. Era il peggior avversario che potesse capitarci. Noi li abbiamo attaccati come cannibali sul primo campo loro. Abbiamo avuto l’intuizione di giocare a specchio. Poi sul gol subito ho avuto qualche timore e ho pensato di abbassare la squadra giocando con tre centrocampisti e Micovschi sottopunta. E’ un successo importante perché ci consente di staccare le squadre che stanno dietro. Il cammino però resta lungo. Ci godiamo questa prestazione dopo tutte le voci che ci sono state in settimana. Un allenatore con meno esperienza sarebbe andato nel pallone, io ho saputo mantenere la calma. Caserta? E’ stato soltanto un episodio. Vi svelo un cosa: il sabato prima del derby sapevo che avremmo fatto una brutta figura. Ieri invece ero convinto che avremmo asfaltato il Rieti. Albadoro? Abbiamo dimostrato coraggio. Diego ha disatteso ad una situazione che la società aveva stabilito di comune accordo con l’allenatore. L’ho lasciato fuori nella partita della vita”.
Bruno Caneo, mister del Rieti “Speravo in un atteggiamento diverso dei miei ragazzi. Abbiamo fatto due regali alla squadra di Capuano. Devo dire che però l’Avellino è partito fortissimo e ha meritato in pieno punteggio e vittoria. Noi dobbiamo migliorare la nostra situazione in classifica. I ragazzi credono nel progetto. Bisogna rinforzare l’organico. Siamo abbastanza corti.  Marcheggiani resta con noi."

condividi su: