Novembre 2019

ATTO DI INDIRIZZO SU FONTE COTTORELLA. RINNOVO CONCESSIONE REGIONE LAZIO DOVRÀ ESSERE VINCOLATO A GARANZIA DI INVESTIMENTI

Opere di pubblica utilità e ristoro di quanto previsto in precedenza

città

La Giunta Cicchetti, su proposta dell’assessore alle attività produttive Daniele Sinibaldi, ha approvato l’Atto di indirizzo sulla richiesta di rinnovo della concessione mineraria di acqua minerale Fonte Cottorella.

La delibera di giunta è solo l’ultimo passo, in ordine di tempo, di un lungo lavoro portato avanti dal Comune di Rieti, attraverso un’interlocuzione con la Regione Lazio, Ente a cui spetta il rilascio della concessione e che già ora, in fase di istruttoria, ha recepito le richieste del Comune capoluogo.

Si ricorda che la Regione Lazio rinnovò la concessione, per una durata di 30 anni, a decorrere dal 27 novembre del 1989. Il Piano tecnico finanziario a suo tempo approvato prevedeva la realizzazione di opere di pubblica utilità che, però, non sono mai state completate. Come da pressante richiesta del Comune di Rieti, anche grazie a numerosi incontri e riunioni tra le parti, la Regione Lazio ha richiesto un’integrazione e una rimodulazione, aggiornata anche alla nuove esigenze della realtà locale, attraverso un nuovo piano tecnico-finanziario del concessionario che tenga conto degli investimenti che non sono stati realizzati nel periodo della concessione in scadenza.

Il Comune di Rieti, attraverso l’atto di indirizzo approvato dalla Giunta Cicchetti e a valle dell’importante lavoro di confronto e interlocuzione avuto con la Regione Lazio, chiede quindi allo stesso Ente Regionale di farsi promotore e garante della sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra il concessionario e l’Amministrazione comunale, teso a stabilire l’entità delle opere di interesse pubblico che il concessionario stesso dovrà realizzare a propria cura e a proprie spese come ristoro alla collettività, prestando una garanzia o vincolando la concessione alla verifica della realizzazione di quanto sarà previsto. Sempre attraverso l’Atto di indirizzo approvato, il Comune chiede alla Regione Lazio che tale accordo diventi parte integrante della nuova concessione.

“E’ stato un lavoro lungo e complesso che ha richiesto la composizione di interessi differenti e che ci auguriamo porterà Rieti ad ottenere un risultato che mai si era avuto nei 30 anni precedenti – dichiara il Vicesindaco di Rieti, Daniele Sinibaldi – Attraverso il nostro atto di indirizzo, porteremo una volontà chiara in conferenza di servizi alla Regione Lazio, chiedendo l’inserimento degli investimenti in opere di pubblica utilità da parte del concessionario come condizione imprescindibile per il rinnovo. Non siamo contro l’azienda, che peraltro rappresenta un vanto per il nostro territorio, ma abbiamo il dovere di recuperare quanto non è stato fatto in passato a beneficio dei cittadini di Rieti. Così facendo, tuteliamo un’importante realtà produttiva del territorio ma, allo stesso tempo, otteniamo finalmente un beneficio concreto per la comunità reatina. Siamo sicuri che la Regione Lazio, titolare della concessione ed ente di vigilanza (attività finora mai esercitata), accetterà i termini proposti dal Comune a garanzia dei cittadini e di un territorio che merita più attenzione di quanta ne è stata posta in passato”. 

18_11_2019

per eventuali approfondimenti qui l'articolo pubblicato sull'edizione del  Dicembre 2018 di Format 
https://www.formatrieti.it/terme-di-fonte-cottorella

condividi su: