Aprile 2019

PROVINCIA

ATTIVO LO “SPORTELLO MUD” DI SUPPORTO A COMUNI DELLA PROVINCIA DI RIETI PER LA DICHIARAZIONE AMBIENTALE

amministrazione

La Provincia di Rieti, tramite l’Osservatorio dei Rifiuti ha attivato il servizio di supporto e assistenza completamente gratuito per la compilazione e l’inoltro della dichiarazione annuale Modello Unico di Dichiarazione Ambientale.

La scadenza della dichiarazione MUD è stata prorogata al 22 giugno, ma la Provincia invita i responsabili di settore dei Comuni interessati ad attivarsi fin da subito, in modo da evitare problemi di carattere organizzativo ed assicurare il migliore servizio.

 

E’ stata creata un’apposita sezione all’interno del portale del OPR Rieti, “Sportello MUD” al seguente indirizzo http://www.oprrieti.it/sportello-mud, tramite la quale i responsabili di settore potranno, una volta registrati al servizio, chiedere supporto di assistenza.

Gli uffici dell’Osservatorio Provinciale dei Rifiuti di Rieti si rendono disponibili ad ulteriori chiarimenti in merito allo sportello, tramite i seguenti recapiti telefonici:

OSSERVATORIO DEI RIFIUTI PROVINCIA DI RIETI

0746 1973527

0746 1973526

mail: assistenza@oprrieti.it

 

Il Presidente della Provincia Mariano Calisse ha promosso l’iniziativa inviando comunicazione diretta a tutti i Sindaci e Uffici Tecnici: “Vogliamo offrire supporto a tutti i Comuni, specialmente quelli che possono trovare maggiori difficoltà nell’adempimento di obblighi burocratici. Mi auguro che lo Sportello sia un servizio utile ad alleggerire e semplificare il lavoro degli uffici tecnici dei Comuni reatini.”

 

I Comuni ed i loro Tecnici responsabili del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati sono tenuti a comunicare le seguenti informazioni relative all’anno 2018:

  • la quantità dei rifiuti urbani raccolti nel proprio territorio;
  • la quantità dei rifiuti speciali raccolti nel proprio territorio a seguito di apposita convenzione con soggetti pubblici o privati;
  • i soggetti che hanno provveduto alla gestione dei rifiuti, specificando le operazioni svolte, le tipologie e la quantità dei rifiuti gestiti da ciascuno;
  • i costi di gestione e di ammortamento tecnico e finanziario degli investimenti per le attività di gestione dei rifiuti, nonché i proventi della tariffa di cui all'articolo 238 (d.lgs
  1. 152/2006 TU Ambientale) ed i proventi provenienti dai Consorzi finalizzati al recupero dei rifiuti;
  • i dati relativi alla raccolta differenziata;
  • le quantità raccolte, suddivise per materiali, in attuazione degli accordi con i Consorzi finalizzati al recupero dei
  • la quantità di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche raccolte anche tramite i centri di raccolta così come individuati dall'art.12 del D.Lgs 49/2014
condividi su: